you reporter

TURISMO

Lavori al ponte, Isola Verde morta

Bellemo (Ascot): “Con lo sbarramento del cuneo salino tanto osteggiato si sarebbe bypassato il problema”

Lavori al ponte, Isola Verde morta

16/07/2021 - 12:38

Isola Verde è tornata a vivere con la riapertura del ponte sul Brenta, ma chi paga i danni di questi mesi? Se lo chiede, oltre agli operatori turistici, anche il presidente dell’Ascot (stabilimenti balneari) Giorgio Bellemo. “Forse qualcuno non se n’è accorto - racconta - ma Isola Verde fino a quando il cantiere è rimasto aperto era a dir poco deserta. Stabilimenti con uno, due, massimo tre ombrelloni aperti. Giugno e inizio luglio praticamente buttati in un anno in cui già il Covid rende difficile la vita, anche e non solo, agli operatori turistici. Non solo non arrivavano i turisti pendolari, ma anche chi aveva la seconda casa al mare a Isola Verde ha disertato, non veniva neanche il weekend. Desolazione è la parola giusta”.

Lecito chiedersi chi dovrebbe pagare i danni: “In primis chi non ha voluto e ha osteggiato in tutti questi anni la costruzione del ponte sbarramento del cuneo salino che avrebbe bypassato la Romea e dato un altro collegamento alla località. Tra i primi responsabili ci sono sicuramente questi signori. In secondo sarebbe ora di prendere atto che Chioggia, fuori dai suoi confini, a livello politico ha peso specifico pari a zero. In Regione dobbiamo cominciare a farci sentire e lo stesso vale anche per gli altri enti. Il litorale in Veneto è Jesolo e Cavallino, Chioggia e Sottomarina non esistono e bisogna cominciare a fare di tutto per invertire questa tendenza. Mi sarebbe piaciuto vedere cosa sarebbe successo se un cantiere di questa portata fosse stato programmato in giugno e luglio alle porte di Jesolo Lido. Da noi, come a Carnevale, ogni scherzo vale anche se siamo in estate”.

In queste ultime settimane si è registrato un miglioramento notevole. “Ora qualcosa comincia a muoversi - conclude Bellemo - i turisti finalmente liberi dalle code sulla Romea, sono tornati ad Isola Verde. Speriamo basti per salvare la stagione agli operatori”. I lavori sul ponte non sono finiti, ma l’incubo per gli operatori turistici di Isola Verde non dovrebbe ritornare. Anas ha infatti assicurato che i lavori nelle prossime settimane continueranno solo nella parte sottostante del ponte, senza interessare il traffico. Qualora fossero necessari interventi nelle carreggiate, verranno fatti di notte o in momenti meno critici per la circolazione veicolare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl