you reporter

GAIBA

Il vicesindaco salva una gabbiana

Asia Trambaioli, in ferie a Lampedusa con un’amica, ha trovato l’animale in difficoltà

Il vicesindaco salva una gabbiana

20/07/2021 - 16:55

Vicesindaco in vacanza salva gabbianella dalla morte sicura. E’ successo ad Asia Trambaioli, vicesindaco di Gaiba che, in vacanza con l’amica Francesca Bonfatti ha dovuto lavorare parecchio per liberare un gabbiano femmina, rimasta incastrata in una lenza da pesca, con parecchi ami conficcati nel corpo. “Di nuovo Libera. Libera di nome e di fatto - scrive Asia - Appena vista è salita la rabbia: ancora una volta l’uomo è riuscito a mettere in pericolo l’ecosistema. Ha provato di nuovo a distruggere qualcosa senza preoccuparsene e per questo è odioso. Al contrario di Libera, che ora sarà libera di nuovo. Era impigliata in una lenza da pesca di un metro con quattro ami incastrati in più parti del corpo, tra cui naso, gamba sinistra, petto e sotto ala. Un’ora per liberarla e portarla ai volontari di Legambiente del posto che da subito se ne sono occupati”. Raggiunta telefonicamente durante le meritate ferie a Lampedusa, ci siamo fatti raccontare direttamente da lei questa storia.

“Stavamo raggiungendo la Baia della Tabaccara, che è uno dei punti più panoramici dell’isola - racconta - un percorso che, a piedi, porta semplicemente a vedere l'isola dall'alto. Arrivati ad un certo punto, ci siamo accorte che c'era questa gabbiana accasciata a terra vicino ad un piccolo arbusto e subito ci siamo avvicinate perché ci sembrava una cosa insolita che fosse in quella posizione. Infatti, ci siamo accorte che era impigliata completamente su se stessa e anche all'arbusto, attraverso questa lenza di più di un metro, e aveva ami piantati in varie parti del corpo. Aveva il collo quasi spezzato perché tenuto fermo dalla lenza attorcigliata e fermata dagli ami tra il naso e la gamba. Ci siamo subito dette che non potevamo certo lasciarla in quelle condizioni e con la chiave del motorino, che era l’unica cosa un po' tagliente che avevamo con noi, abbiamo iniziato a liberarla, non senza difficoltà innanzitutto perché non si tratta certo di un animale domestico. Piano piano siamo riuscite a sbloccare il collo e dopo averle coperto la testa con la mia camicia per evitare si spaventasse troppo, abbiamo iniziato a staccare gli ami dal corpo".

"Una volta liberata l’abbiamo portata nella spiaggia vicina dove si trova una postazione di Legambiente che se ne è immediatamente occupata. Per chi ama l'ambiente o comunque lo rispetta - conclude il vicesindaco - vedere delle scene del genere o tentare di risolvere situazioni pericolose create dall’uomo, che getta dei rifiuti anche pericolosi nell'ecosistema danneggiandolo e danneggiando chi lo vive, è insopportabile”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl