you reporter

L’EMERGENZA

In venti giorni positivi triplicati

A inizio luglio i malati erano 31: adesso sono 92. In 14 giorni 209 persone finite in isolamento

In venti giorni positivi triplicati

25/07/2021 - 19:03

Cinquantanove contagi in una sola settimana. Contro i 28 dei venti giorni precedenti. La fotografia di quanto sta succedendo in Polesine, sul fronte della diffusione dell’epidemia da coronavirus, è tutta quanta in questi numeri. Il virus ha ripreso vigore. E il contagio sta cominciando a diffondersi di nuovo. Con conseguenze anche gravi, come dimostra il ritorno di un paziente Covid nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Rovigo, che da tempo non accoglieva nuovi pazienti positivi in condizioni critiche. Ma a destare preoccupazione è soprattutto il diffondersi della malattia, anche senza sintomi gravi, nella popolazione. Segno che il virus è tornato “per le strade”, come si dice in questi casi.

Lo dicono i numeri. Per farci un’idea abbiamo preso come riferimento le ultime quattro settimane, da lunedì 28 giugno a tutta la giornata di ieri. Nella prima settimana, quella a “svacalvo” tra il mese di giugno e quello di luglio, erano stati appena cinque i nuovi contagi registrati in sette giorni: il numero delle persone positive era in costante diminuzione da tempo, e in quella settimana era passato dai 42 segnalati domenica 27 giugno ai 31 della domenica successiva, la prima di luglio. Il minimo “storico”, almeno dall’autunno scorso in poi.

Nella settimana iniziata il 5 luglio e terminata domenica 11 (la sera della finale degli Europei), la prima piccola inversione di tendenza: 12 le nuove positività in sette giorni, oltre il doppio rispetto alla settimana precedente. Stabile, però, il numero di pazienti positivi in provincia, segno di un discreto numero di guarigioni: se domenica 4 luglio erano 31 i malati in Polesine, la domenica successiva erano aumentati di una sola unità, raggiungendo quota 32. In costante diminuzione anche il numero di persone in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva: erano 135 l’ultima domenica di giugno, per diventare 84 la prima domenica di luglio e ridursi a 60 l’11 luglio. Ma le cose stavano per cambiare. Nella settimana che va da lunedì 12 a domenica 18 luglio sono state 11 le nuove positività, in linea col dato dei sette giorni precedenti: i positivi, però, sono saliti a 35 (segno di un minor numero di guarigioni) e il numero di isolati per la prima volta è tornato a salire, attestandosi a quota 83.

Nell’ultima settimana, quella finita ieri, i numeri sono “esplosi”: 59 positività in sette giorni, praticamente otto ogni 24 ore; più del doppio di quanti registrati nelle tre settimane precedenti. I positivi, in Polesine, sono passati dai 35 di domenica scorsi ai 92 di ieri, con un aumento complessivo di 61 unità rispetto al minimo storico del 4 luglio: questo mese, insomma, i malati sono triplicato. E le persone in isolamento hanno raggiunto ieri quota 269, aumentando in un solo giorno di 45 unità (erano 224 sabato pomeriggio) e di 209 in appena 14 giorni. E la sensazione è che, purtroppo, questo sia soltanto l’inizio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • diduve

    26 Luglio 2021 - 09:09

    Da 31 a 32 i malati.. 1 in rianomazione... Non vedo una situazione "catastrofica"

    Rispondi



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl