you reporter

ADRIA

Anziano trovato morto in casa dopo mesi, ridotto a uno scheletro

Tragedia della solitudine in via Malfatti

Scappa dai domiciliari e va a ubriacarsi al bar

04/08/2021 - 00:29

Lo hanno trovato morto in casa. Hanno trovato, meglio, quel che restava di lui: uno scheletro. Non rimaneva altro, dell'86enne che viveva in via Malfatti, ad Adria. Non sarà facile, ora, capire esattamente quando sia morto. Plausibilmente, a inizio anno. Forse a gennaio. Una certezza c'è. E fa male. Per mesi, evidentemente, nessuno si è chiesto davvero che fine avesse fatto quell'uomo, quell'anziano. Né i lontani parenti, né eventuali conoscenti, né le persone che lo vedevano solitamente. O anche saltuariamente. Ammesso ce ne fossero. Pare impossibile il contrario.

"Nessun'uomo è una isola", si diceva un tempo. Oggi, forse, non è più vero. Se può accadere che una persona muoia a gennaio e il suo corpo venga scoperto ai primi di agosto. Sette, otto mesi più tardi. Non in qualche alienante metropoli. Ad Adria. Lo hanno trovato alcuni parenti alla lontana arrivati a casa sua, insospettiti dal prolungato silenzio.

Quell'anziano è rimasto lì, per mesi, sino a divenire puro scheletro. Sono passati un inverno, una primavera, un'estate. Si sono succeduti lockdown, aperture, zone rosse, zone gialle, zone bianche. E, intanto, lui restava lì. Solo. Fa male.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl