you reporter

COVID

“Il no vax non può stare fra noi”

Paolo Crepet: “Chi non vuole vaccinarsi per paura potrebbe infettare le altre persone”

“Il no vax non può stare fra noi”

10/09/2021 - 00:18

“Non distinguo tra no vax: uno che non si vuole vaccinare, non lo vuole fare e basta. Non farlo per paura delle conseguenze o perché ideologicamente si è contro le vaccinazioni, non cambia”.

Paolo Crepet, noto psichiatra, sociologo, educatore, saggista e opinionista italiano, interviene su un tema caldo. In particolare, dopo il recente caso della morte di una donna in Polesine per Covid: non si era vaccinata, come ha spiegato poi il marito, per paura delle conseguenze del siero, temendo implicazioni dopo la somministrazione della dose.

“Certo, la paura esiste ed è bene che esista. E’ una difesa. Ma ci vuole più rispetto per medici e scienziati - continua Paolo Crepet - Eppoi adesso non è il tempo di fare delle lezioni accademiche e distinguere tra tipologie di no vax. Il risultato è identico e, in questo modo, si sta solo prolungando l’agonia”.

I no vax sono un pericolo per gli altri, oltre che per sé stessi. “Chi non vuole vaccinarsi per paura potrebbe infettare altre persone. Il no vax può diffondere il virus, non può stare in mezzo a noi. Non vorrei incontrarli, per esempio, al supermercato. Quando è scoppiata la pandemia per l’Hiv, non c’era il vaccino, ma abbiamo comunque limitato tutti i nostri comportamenti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl