you reporter

ADRIA

Il centro devastato dai vandali

Giovanissimi urinano e vomitano sulle porte e sulle vetrine: rovesciato un bagno chimico

Il centro devastato dai vandali

12/09/2021 - 09:08

E’ arrivato il momento di porre un freno al dilagante vandalismo del venerdì e sabato sera, le serate caratterizzate dalle maggior presenza di giovani e giovanissimi che danno vita alla cosiddetta movida nel centro cittadino. E in quelle serate il centro cittadino diventa un vero e proprio letamaio: chi urina e chi si diverte a urinare sulle porte delle abitazioni o sulle vetrine dei negozi, qualcuno lascia anche escrementi. In tanti casi anche laghi di vomito.

Nei giorni scorsi il Comune, sia pure con un certo ritardo, ha provveduto a installare dei vespasiani chimici. In segno di disprezzo l’altra sera uno di questi vespasiani, quello che si trova in piazzetta Cavalieri, è stato rimosso e rovesciato a terra.

Alcuni residenti del centro, i più colpiti da questi vandalismi, si stanno organizzando per incontrare il sindaco Omar Barbierato non tanto per illustrargli la situazione che già conosce, ma per sollecitare interventi urgenti perché una situazione del genere è già andata oltre il limite del tollerabile. E qualche rimprovero o tentativo di autodifesa potrebbe provocare reazioni incontrollate al punto da degenerare oltre l’imprevedibile.

Qualcuno afferma di aver più volte chiesto un incontro a Palazzo Tassoni, ma l’incontro è stato più volte rimandato fino alle calende greche.

A qualche altro è andata peggio. Una commerciante che aveva osato rimproverare questi ragazzi, si è poi trovata la cappottina del negozio tagliata. Un’altra signora ha rimproverato dei giovanissimi, maschi e femmine, che stavano facendo pipì addosso alla propria auto: al mattino si è ritrovata la vettura ben segnata nella carrozzeria.

Molti invocano controlli più severi e coordinati, perché le segnalazioni sporadiche all’ultimo momento non servono.

A questo punto uno dei giovani della movida invita “a non fare di tutt’erba un fascio”. Sicuramente i vandali sono una piccola minoranza che infanga tutto il resto: allora proprio i ragazzi seri e rispettosi dovrebbero essere i primi a segnalare gli atti di vandalismo. Soprattutto gli infelici autori.

Qualcuno, sia pure ancor giovane, ma non più giovanissimo, rimpiange i tempi in cui “mia madre mi aspettava sulla porta di casa e se rientravo oltre la mezzanotte, arrivava una bella lavata di capo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl