you reporter

Badia Polesine

Il premio Balzan alla ricercatrice delle onde gravitazionali

L’italiana Alessandra Buonanno tra i vincitori del riconoscimento che ricorda Eugenio Balzan

Il premio Balzan alla ricercatrice delle onde gravitazionali

15/09/2021 - 06:17

BADIA POLESINE - Un’italiana tra i vincitori dei premi Balzan 2021. Si è tenuta lunedì scorso la tradizionale cerimonia di proclamazione dei premi dedicati ad Eugenio Balzan, giornalista considerato tra i “padri fondatori” del Corriere della Sera originario di Badia Polesine. La cerimonia ha visto decretare un nuovo successo per l'italiana Alessandra Buonanno, che a poco più di un mese dall'assegnazione della medaglia Dirac si è aggiudicata il premio Balzan grazie al suo contributo alla ricerca sulle onde gravitazionali.

Buonanno, che lavora nell'Albert Einstein Institut di Potsdam, è stata premiata con il francese Thibault Damour, dell'Institut des Hautes Études Scientifiques, di Parigi. Fra gli altri vincitori dei premi Balzan ci sono quindi l'israeliano Saul Friedländer della University of California Los Angeles, per gli Studi sull'olocausto e sul genocidio, e l'americano Jeffrey Gordon della Washington University a Saint Louis per le ricerche sul microbioma in salute e in malattia. Non è invece stato assegnato il premio per Arte e archeologia del Vicino Oriente Antico.

L'annuncio dei vincitori è arrivato dal presidente della Fondazione Balzan “Premio”, Alberto Quadrio-Curzio, e dal presidente del Comitato Generale Premi Balzan Luciano Maiani nel corso del tradizionale evento serale che si è svolto a Milano, nella sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera, a cui era presente anche una delegazione badiese formata dall’assessore alla Cultura Valeria Targa, la capogruppo di Adesso Badia Idana Casarotto e l’ex sindaco Paolo Meneghin.

I vincitori del Premio, secondo solo al Nobel, riceveranno 750mila franchi svizzeri, pari a circa 690mila euro, metà dei quali da investire in ricerca. A decretare i premiati è stata invece la riunione plenaria conclusiva del Comitato Generale dei Premi Balzan, che ha vagliato le candidature provenienti da accademie, università e centri di ricerca di tutto il mondo. La scelta si è basata sulla validità, attualità e coerenza delle ricerche degli studiosi, individuando i fattori specifici che possono garantire l'avanzamento della conoscenza nei rispettivi campi di studio. Nel corso della cerimonia Luciano Maiani ha anche annunciato le quattro materie oggetto delle premiazioni dell’edizione 2022, che saranno filosofia morale, etnomusicologia, biomateriali per la nanomedicina e l'ingegneria dei tessuti e glaciazione e dinamica delle calotte polari.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl