you reporter

TRASPORTI

Grandi: “Nuova fermata ferroviaria in centro”

Il presidente di Sistemi Territoriali: “Sarà spostata a sud di 300 metri con accesso per disabili, nuova pensilina e parcheggio”

Grandi: “Nuova fermata ferroviaria in centro”

26/09/2021 - 11:29

Una nuova fermata ferroviaria a Cavarzere, sulla linea Adria-Mestre a poche centinaia di metri a sud di quella in fondo a Corso Europa. La conferma arriva dal presidente di Sistemi territoriali, Marco Grandi, che illustra il progetto. “Sin dal mio insediamento nel marzo 2019 alla presidenza del cda di Sistemi Territoriali, ho ritenuto di porre la questione dell’ammodernamento della fermata ferroviaria di Cavarzere Centro con l’avvio di una serie di incontri istituzionali con Infrastrutture Venete, che ne gestisce la tratta” spiega Grandi.

“L’accesso all’attuale fermata non è agevole, impraticabile per le persone a ridotta mobilità e particolarmente problematico nei periodi invernali non garantendo riparo all’utenza - sottolinea Grandi - la struttura quindi, necessita di un sostanziale miglioramento sia sulla funzionalità che sul piano della sicurezza, affacciandosi direttamente su un incrocio stradale, privo di attraversamenti pedonali, senza parcheggi o aree di fermata se non in sede stradale”. “La proposta avanzata consiste nel suo completo rifacimento spostandola più a sud, verso Adria, di circa 300 metri, portandola in posizione dove il dislivello è meno significativo e migliorando quindi l’accessibilità, prevedendo accessi dedicati agli utenti diversamente abili, oltre che avvicinarla all’istituto scolastico superiore, al parcheggio esistente e all’attuale ciclabile” spiega.

“Verranno realizzati un nuovo marciapiede della lunghezza di circa 100 metri, una pensilina di nuova generazione per la protezione dell’utenza in attesa, un parcheggio per le biciclette e l’attrezzaggio della fermata con impianti di protezione, sicurezza e informazione all’utenza previsti dai regolamenti ferroviari di circolazione - precisa Grandi - si andrebbe pertanto a ridisegnare completamente l’assetto urbanistico dell’area interessata, con un forte impatto su decoro urbano, sulla funzionalità e soprattutto sul servizio offerto all’utenza e sulla sicurezza dei passeggeri”. “Un passaggio epocale anche per il nostro territorio che ci impone di essere attori e cogliere l’occasione per dare, finalmente, un assetto dignitoso alla mobilità dei nostri cittadini nonché una più consona valorizzazione urbanistica dell’area” chiosa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl