you reporter

san bortolo

Ritrovati 14 quadri rubati 38 anni fa

Don Andrea lo ha annunciato alla messa: “Si tratta di tele del ‘500-‘600 raffiguranti dei santi”

Ritrovati 14 quadri rubati 38 anni fa

11/10/2021 - 17:44

Ritrovati i quadri rubati dalla chiesa di San Bortolo quasi 40 anni fa. 14 tele raffiguranti alcuni santi trafugate nella notte tra il 3 e il 4 agosto del 1983. Lo ha annunciato alla messa di ieri don Andrea Varliero, parroco di San Bortolo, spiegando di aver ricevuto una telefonata dai carabinieri di Torino che informavano del ritrovamento.

I dettagli del recupero da parte degli agenti del Nucleo tutela patrimonio culturale del Piemonte sono ancora da precisare, ma il dato principale è che i 14 quadri presto potranno tornare a Rovigo.

“Venerdì scorso - spiega don Andrea - ho ricevuto la telefonata dai carabinieri che mi hanno spiegato di aver ritrovato le tele, e che in seguito avrebbero fornito altri dettagli. Si tratta di un ritrovamento importante, sono quadri dal grande valore storico e culturale, e in alcuni casi anche di valore economico. Molte di queste tele risalgono al periodo del monastero degli Olivetano, credo attorno al ‘500 o ‘600. Sono quadri che raffigurano santi: c’è San Bellino, il patrono della nostra provincia e della nostra città. E poi San Rocco, San Gregorio, San Sebastiano e altri”. Quadri che sono stati rubati dalla chiesa di San Bortolo 38 anni fa, in una notte di piena estate. Le tele, in quel periodo erano appese alle pareti del presbiterio e della cappella di San Gregorio all’interno dell’edificio religioso che si affaccia su piazza San Bartolomeo, centro del quartiere.

“Io allora ovviamente non c’ero - ricorda don Andrea - ma credo che la dinamica di quel furto avvenne in modo particolare”. Nel tardo pomeriggio del 3 agosto i ladri si infilarono in chiesa, probabilmente in un orario in cui le porte erano ancora aperte. Si trovarono un angolo buio in cui nascondersi per rimanere all’interno anche dopo la chiusura delle porte. Quindi in piena notte entrarono in azione staccando i quadri dalle pareti per poi infilarli in un furgone appositamente lasciato nel piazzale o nei dintorni. Un colpo, probabilmente ben preparato, che deve aver richiesto l’impiego di più persone. E non è escluso che si sia trattato di un furto su commissione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl