you reporter

Coronavirus

Mancano tre giorni al Green pass day, controlli in Comune e Provincia

Al Palazzo Nodari controlli su tutti i dipendenti, a Palazzo Celio verifiche a campione quotidiane. Rischio disservizi

Mancano tre giorni al Green pass day, controlli in Comune e Provincia

12/10/2021 - 10:17

Gren pass day meno 3. Venerdì prossimo scatta l’obbligo della certificazione verde per entrare nei luoghi di lavoro. Pena multe e sospensioni. Le aziende private si stanno organizzando per controlli e gestione di eventuali “buchi” di personale, visto che i no vax sono circa il 20% della popolazione lavorativa. E lo stesso stanno facendo gli enti pubblici. A Rovigo Comune e Provincia stanno pianificando il tutto, con analogie ma anche con discipline differenti.

E proprio ieri mattina in Comune si è tenuta una riunione per fare il punto della situazione, un vertice con tutti i dirigenti e coordinato dal segretario generale Alessandro Ballarin. Occorre però partire da un dato che vale per tutti gli enti pubblici, ossia che non ci sono dati da poter conoscere in anticipo. La normativa sulla privacy infatti ha imposto l’anonimato, per quel che riguarda le vaccinazioni, per ciascun lavoratore. I vertici degli uffici pubblici, quindi, fino a venerdì non sapranno quanti lavoratori saranno in regola col Green pass.

Venerdì prossimo tutti i dipendenti del Comune saranno comunque “controllati”, nel senso che all’ingresso sul posto di lavoro uno specifico addetto verificherà il possesso del Green pass (da vaccinazione o da tampone negativo). Chi non dovesse risultare in regola non potrà accedere alla sua postazione di lavoro e verrà considerato assente ingiustificato. Per lui scatterà la sospensione dal lavoro senza stipendio. Palazzo Nodari ha già individuato una speciale task force, formata da una ventina di addetti, più eventuali sostituti, per effettuare tutti i controlli sui pass dei dipendenti. Ognuno di questi “controllori” sarà munito di un’apposita app per verificare il lasciapassare verde. Ce ne saranno tre nella sede principale di palazzo Nodari, poi due in ciascuna delle sedi distaccate (urbanistica, servizi sociali, polizia locale).

Nella sede della Provincia, a palazzo Celio, invece, l’organizzazione sarà leggermente diversa, nel senso che i controlli sui pass dei 136 dipendenti (a cui va aggiunta la trentina di dipendenti della regione) saranno a campione. Il primo giorno la verifica scatterà sul 30% dei dipendenti, il secondo giorno sempre sul 30% (ma non gli stessi) e via così. Nel giro di pochissimi giorni, quindi tutti i lavoratori vedranno un focus, effettuato dal proprio “capo area” sul proprio Green pass.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl