you reporter

STORIA LOCALE

Un libro sull’epoca Boldrin

Un libro che racconta la politica di qualche anno fa a Badia Polesine

Un libro sull’epoca Boldrin

11/10/2021 - 20:37

La storia politico-amministrativa badiese del decennio 1994-2004 raccontata in un libro. Sarà presentato giovedì al Politeama il volume “Storia di un decennio (1994-2004)”, scritto a quattro mani da Edo Boldrin e Giulio Casarotto.

Il libro, che racconta gli anni delle due legislature Boldrin, ha iniziato a vedere la luce già qualche anno fa, ma ha avuto una sferzata decisiva negli ultimi mesi, quando l’ex sindaco ha coinvolto nel progetto anche chi, in quegli anni, gli aveva fatto da vice. “Nel periodo 1994-2004 con Edo Boldrin ho stabilito un rapporto di amicizia personale - sono state le parole di Casarotto nel corso della conferenza stampa all’Emporio Borsari - abbiamo messo assieme le nostre memorie per realizzare qualcosa di organico; ricostruire una pagina di storia che noi abbiamo vissuto, unica e irripetibile nella gestione di un Comune: la prima elezione diretta del sindaco, lo sfascio e il ritorno dei partiti. Insomma, un momento importante per Badia e per l’Italia intera. Ci abbiamo messo un anno per arrivare alla conclusione e crediamo di aver creato qualcosa di semplice e scorrevole, ma riteniamo ci siano spunti interessanti”.

Il compito di scrivere la prefazione è invece toccato ad Alberto Ferrari, per sette anni capogruppo di maggioranza e presente alla conferenza assieme ad altri ex amministratori delle legislature Boldrin.

Si respirava un’aria nuova che pareva far contare di più la gente e stabilire un rapporto diretto tra amministratori e comunità civile - ha detto Ferrari - prima era un rapporto dei partiti con gli elettori, ma in questo caso si portava davanti alla gente un volto. Nella seconda parte di quella esperienza si dovette fare nuovamente i conti con le forme politiche organizzate che dovevano marcare il loro apporto nelle scelte amministrative”.

Il ricavato dalla vendita del libro, che potrà essere acquistato giovedì sera e successivamente nelle edicole locali, sarà devoluto a La volanda, il Centro documentazione polesano e l’Isers, l’Istituto di studi e ricerche storiche e sociali.

S. B.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl