you reporter

green pass day

“Preoccupazione, ma giusto partire”

Marinese (Confindustria) ribadisce: “No ai tamponi gratis, è una questione di equità. Le imprese hanno definito strutture e messo risorse”.

“Preoccupazione, ma giusto partire”

14/10/2021 - 17:30

“C’è qualche situazione di malessere e fra gli imprenditori c’è preoccupazione, ma l’importante è far partire la macchina del Green pass sui luoghi di lavoro, poi si farà il punto della situazione per analizzare ed eventualmente correggere”. Vincenzo Marinese, presidente di Confindustria Venezia Rovigo, presenta così la giornata di oggi che segna l’inizio dell’obbligo del passaporto verde in tutti i luoghi di lavoro.

Confindustria da sempre sostiene la necessità di mettere in totale sicurezza aziende, imprese, fabbriche, ed ha anche rimarcato forte che il costo dei tamponi di chi non si vuole vaccinare non deve ricadere sulle aziende, per una questione “non di mero profitto, ma di equità sociale”. E il presidente Marinese ammette: “Un po’ di preoccupazione c’è, ed anche qualche malessere. Ma è necessario far andare a regime questa macchina, poi tra una settimana si trarrà un primo bilancio, con l’apporto di tutte le parti in causa, e in caso di criticità occorrerà affrontarle subito”.

E sul tampone a carico dei lavoratori: “Non si transige - annuncia - ma non per motivi economici o di costi, bensì per equità e di diritto. Perché mai una minoranza di lavoratori dovrebbe godere di un trattamento diverso a quello della maggioranza che ha fatto la sua parte vaccinandosi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl