you reporter

LA NOVITA'

La busta paga dei sindaci sarà moltiplicata

A Rovigo, dagli attuali 3700 euro lordi, nel 2024 si arriverà a quasi 10mila

La busta paga dei sindaci sarà moltiplicata

08/11/2021 - 19:09

Preparatevi: alle prossime elezioni i candidati sindaco potrebbero moltiplicarsi, anche nei paesi più piccoli.

Ricordate? A fine ottobre, la bozza della legge di bilancio aveva previsto cospicui aumenti per le indennità dei primi cittadini: ora salta fuori che era soltanto un antipasto. Sì perché la legge prevede un meccanismo a crescere, per le indennità di sindaci, vice, assessori e pure presidenti del consiglio (e per i presidenti della Provincia, il cui stipendio è agganciato a quello del sindaco del capoluogo) per i prossimi tre anni, per arrivare a regime nel 2024. In tre anni, i sindaci (e gli altri politici) vedranno i loro stipendi aumentare da un minimo del 33% (nei Comuni sotto i tremila abitanti) a un massimo del 160%: quest’ultimo aumento, da record, riguarda in particolare i capoluoghi di provincia con meno di 50mila abitanti. Esattamente il caso di Rovigo!

Lo stipendio di Edoardo Gaffeo, dunque, passerà dagli attuali 3.718 euro lordo al mese ai 6.419 previsti per il prossimo anno, per “scattare” poi a 7.770 nel 2023 e a 9.660 nel 2024, anno però in cui il suo mandato andrà a scadenza, in primavera. Dunque, tra tre anni il sindaco del capoluogo guadagnerà più di due volte e mezzo in più rispetto ad adesso. E lo stesso vale (con le stesse cifre!) per il presidente della Provincia, la cui indennità è parificata a quella del capoluogo: ecco allora che la corsa, ormai imminente, alla poltrona più alta di palazzo Celio (candidature la prossima settimana, elezione il 18 dicembre) diventa ancora più ricca. Perché sul tavolo ci sono, potenzialmente, 115mila euro (lordi) all’anno. Mica brustoline.

Ma gli aumenti riguardano tutti i sindaci. In provincia di Rovigo, i sindaci di Adria, Porto Viro, Occhiobello e Castelmassa (ma anche quello della vicina Cavarzere) passeranno dagli attuali 2.789 euro lordi al mese ai 4.140 del 2024 (con un aumento del 48%, a crescere nel giro di tre anni). Cifre un po’ più alte per Chioggia, dove si passerà dai 3.114 euro di oggi ai 4.830 del 2024 (aumento del 55%): la metà rispetto a Rovigo, nonostante lo stesso numero di abitanti.

E ancora: i sindaci dei sei Comuni compresi tra 5mila e 10mila abitanti (Badia, Porto Tolle, Taglio di Po, Rosolina, Villadose e Ariano) vedranno la loro busta paga crescere del 59% in tre anni, passando dagli attuali 2.510 euro a quota 4.002 (passando per i 3.188 dell’anno prossimo e i 3.527 del 2023). Sono otto, poi, i Comuni tra i 3mila e i 5mila abitanti i cui sindaci guadagneranno il 56% in più, passando dagli attuali 1.952 a quota 3.036 euro lordi al mese: si tratta di Castelmassa, Fiesso, San Martino, Polesella, Ceregnano, Lusia, Loreo e Stienta.

Infine, il gruppo più consistente: nei 31 Comuni polesani con meno di tremila abitanti gli amministratori percepiranno un aumento del 33%: oggi lo stipendio è di 1.659 euro, l’anno prossimo arriverà a 1.909, l’anno dopo crescerà a 2.033 per arrivare ai 2.208 euro del 2024.

Un gran bell’aumento, che farà sì che la poltrona di primo cittadino faccia gola a molti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 4
  • vicpaolo

    09 Novembre 2021 - 11:11

    E' assurdo aumentare le indennità ai sindaci di comuni al di sotto dei 5.000 abitanti, diventerà un disincentivo all'accorpamento. Sprechiamo pure, un giorno arriverà il conto.

    Rispondi

  • diduve

    09 Novembre 2021 - 16:04

    A Gaffeo sono anche troppi 1000 euro

    Rispondi

Mostra più commenti



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl