you reporter

VILLADOSE

Rubati gli addobbi di Natale al cimitero

Rabbia e indignazione in paese

107344

07/12/2021 - 18:13

A Villadose esiste un problema che si protrae ormai da troppo tempo: il furto nei cimiteri. Furto che non riguarda più solo i fiori dalle tombe, già di per sé attività odiosa, ma si è ampliato agli oggetti di valore principalmente affettivo, più che economico che le persone decidono di condividere con i cari estinti. Risulta particolarmente odiosa questa pratica che aggiunge, al profondo dolore per la perdita dei propri cari, la decisione insensata e arida di sottrarre gli omaggi floreali simbolo dell’affetto e del pensiero costante di chi li posa oltre all’ultimo elemento, in termini di importanza se non di principio: il costo dei fiori e degli oggetti.

L’ultima segnalazione, riguarda alcuni oggetti natalizi sottratti dalla tomba di una signora: figli avevano voluto portarvi un po' della tradizione di famiglia… i ladri hanno tolto il più lasciando solo una pallina di Natale suscitando dolore e rabbia per la macabra mancanza di rispetto. Il fenomeno davvero non si comprende e nemmeno il senso di questi furti che di certo non arricchiscono i ladri ma che piuttosto ne denotano la crudeltà. A nulla valgono le segnalazioni dei cittadini esasperati che chiedono, a gran voce, l’installazione di telecamere per la videosorveglianza, come già avviene in altri numerosi comuni.

A maggio il sindaco di Villadose, Pier Paolo Barison, aveva preannunciato: “La questione è delicata e non posso rivelare molto, grazie al sistema di telesorveglianza la Polizia Locale sta indagando su alcune persone che sono state colte all’uscita dal cimitero: siamo molto vicini alla soluzione. Si può pensare che chi compie questi gesti possa soffrire di qualche disturbo ma va salvaguardata anche la serenità delle persone che ivi riposano ed i loro cari.” Ad oggi, e siamo a dicembre, ha aggiunto: “Eravamo riusciti ad individuare alcuni soggetti, evidentemente però i responsabili sono più numerosi di quanto si pensasse”. Abbiamo chiesto: “Perché non mettere la videosorveglianza all’interno?”.

Barison ha risposto: “La legge sulla riservatezza in vigore ha vincoli particolari riguardanti i luoghi di culto, approfondirò la questione e, se ci dovesse essere il modo, installeremo delle telecamere sicuramente per fermare questo odioso fenomeno, non fosse altro come deterrente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl