you reporter

verso il centenario

Dalla Finanziaria contributi per l’opera di Giacomo Matteotti

Nencini (Psi): “Giusto valorizzare e digitalizzare quanto fatto dal grande politico”

Dalla Finanziaria contributi per l’opera di Giacomo Matteotti

27/12/2021 - 09:44

800mila euro per promuovere e far conoscere l’opera, la storia e la figura di Giacomo Matteotti. In vista del centenario dell’omicidio del politico polesano (nel 1924 ad opera delle squadre fasciste) è stato concesso un finanziamento, da parte del governo, inserito nella legge di bilancio 2022. A comunicarlo è Riccardo Nencini presidente nazionale del Psi che commenta così: “Era la cosa giusta da fare in vista del centenario. Un finanziamento che servirà sia per la promozione della figura e dell’opera di Giacomo Matteotti (originario di Fratta Polesine), i suoi scritti, i suoi interventi politici, sia per la raccolta e digitalizzazione di una serie di documenti”.

Nel capitolo della manovra finanziaria, infatti, si precisa che “ai fini della celebrazione della figura di Giacomo Matteotti, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua morte, allo scopo di promuovere e valorizzare la conoscenza e lo studio della sua opera e del suo pensiero in ambito nazionale e internazionale, anche raccogliendone, conservandone, restaurandone e digitalizzandone la documentazione relativa, è autorizzata la spesa di 400.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023”. 800mila euro, quindi, da utilizzare nel biennio che precede il centenario della morta, che ricorrerà nel 2024. Ma non ci sono solo questi contributi previsti in Finanziaria perché nei prossimi mesi il Parlamento dovrebbe varare un’apposita legge, sempre legata al centenario, per finanziare alcuni interventi conservativi e di ristrutturazione della casa-museo di Giacomo Matteotti.

Da segnalare anche alcune settimane fa era stata annunciata la nascita di un comitato per coordinare tutte le attività legate al centenario dell’omicidio Matteotti. L’idea era stata lanciata al convegno “Giacomo Matteotti tra diritto e politica” dal sindaco di Fratta Polesine Giuseppe Tasso e dal sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo. Appena lanciata l’iniziativa aveva trovato adesione del dipartimento di giurisprudenza dell’università di Ferrara e dei rappresentanti della casa museo Giacomo Matteotti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl