you reporter

ECONOMIA

Interporto nella logistica del futuro

Ammodernamento dell’area, aggiornamento del software gestionale e interventi strutturali

Interporto nella logistica del futuro

27/12/2021 - 09:58

Interporto questa volta ha voltato pagina per davvero. Nel corso dell’assemblea straordinaria dei giorni scorsi, infatti, la società presieduta da Primo Vitaliano Bressanin ha chiuso l’acquisizione per incorporazione di Veneto Logistica a fare data dal prossimo 1 gennaio.

Era ed è un passaggio fondamentale per il futuro della società che si occupa di Intermodalità in Polesine; una società per anni considerata un “bene da dismettere” (in alcune fasi storiche quasi da regalare), e che invece negli ultimi anni si è dimostrata non solo in grado di macinare utili, ma che con l’acquisizione dalla regione Veneto di Veneto Logistica è entrata in tutto e per tutto in una nuova fase espansiva.

Con questo atto si potrà infatti procedere al Piano di sviluppo produttivo già approvato. Un piano che prevede l’ammodernamento dell’area interportuale, l’aggiornamento del software gestionale ed una serie di interventi strutturali in grado di garantire l’operatività presente e futura. L’obiettivo, chiaramente, è quello di arrivare ad un aumento del fatturato e ad un conseguente risultato economico positivo nei prossimi bilanci della società (che già da due anni si chiudono in attivo Ndr).

“A questo punto - spiega il presidente Primo Vitaliano Bressanin - ci sono le basi strategiche grazie alle quali Interporto può consolidarsi e sopratutto può iniziare a porsi obiettivi a lungo termine”.

Obiettivi che vanno dallo sviluppo della intermodalità ferroviaria alla crescita del traffico su acqua. Nello specifico, l’aggiornamento del software consentirà di migliorare velocità e precisione nelle operazioni, mentre gli interventi strutturali in una prima battuta riguarderanno ampliamento del magazzino granaglie.

“Con l’acquisizione di Vento Logistica, Inteporto diventa proprietario di uno dei magazzini di stoccaggio agroalimentare, mentre con la ristrutturazione e l’acquisto di nuovi macchinari si punta ad aumentare la produttività dal 60 al 90%”.

Un altro dei progetti in cantiere è quello di un aumento della sicurezza, grazie al quale si potrà sviluppare un’ulteriore collaborazione fra Zermak e Interporto, con lo stoccaggio nell’area di Borsea delle merci destinate all’estero. “E’ la base per mettere in essere altri progetti di sviluppo a lungo e medio termine”, commenta Bressanin.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl