you reporter

L'APPELLO

“Per la Zls 9 mesi sono troppi: stringere i tempi e accelerare”

Ferrarese: “Primo passo, ma non basta”. Raito e Laruccia: “Venezia faccia il suo”

“Per la Zls 9 mesi sono troppi: stringere i tempi e accelerare”

06/01/2022 - 13:39

“Nove mesi per la Zls sono troppi”. I sindaci polesani non si accontentano dell’annuncio della nuova tempistica per l’istituzione della Zona logistica semplificata per Marghera e per il Polesine. I nove mesi definiti dal protocollo per valutare il piano Zls e l’istituzione ufficiale sono già stati bollati come una enormità dal presidente di Confindustria Vincenzo Marinese, che non aveva affatto condiviso l’esultanza, anche della Regione Veneto, per la firma del protocollo.

Una tempistica giudicata eccessiva anche dai sindaci polesani (la Zls riguarda i comuni rivieraschi da Polesella a Melara). Il presidente della Provincia, e sindaco di Stienta, Enrico Ferrarese ammette che “il risultato che ci attendiamo non è questo, ci aspettiamo l’istituzione della Zls al più presto. Come territorio dobbiamo fare in modo di non far scorrere questa tempistica nei suoi limiti massimi, ma accelerare il più possibile. Tutti noi abbiamo puntato gran parte del futuro polesano sulla Zona logistica, un’opportunità da non disperdere. Nove mesi di attesa sono effettivamente tanti. La definizione del protocollo, però, rappresenta un passo importante, un primo passo certo, ma era fondamentale che venisse fatto. Ora però occorre continuare a completare il percorso”.

Più duro Antonio Laruccia, sindaco di Trecenta: “Un anno o nove mesi di tempo per istituire la Zls sono un tempo troppo lungo. Un’esagerazione se consideriamo il tempo dedicato al piano strategico, alla mappatura delle aree del nostro territorio. Abbiamo tutto pronto da mesi, questa ulteriore attesa è sorprendente e non ci lascia affatto tranquilli”. Laruccia, poi chiama in causa anche la Regione: “Vero che l’istituzione della Zls dipende dal ministero e dal governo, ma è altrettanto vero che anche la Regione Veneto deve fare la sua parte. Mi riferisco al fatto di far sentire a Roma la voce del nostro territorio e di fare quanto di sua competenza per quel che riguarda alcuni aspetti del piano Zls. Mi riferisco alle infrastrutture, alla viabilità, soprattutto quella regionale e locale. Interventi che la Regione può portare avanti per creare al meglio le condizioni per l’insediamento di aziende”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Leonardo Raito, primo cittadino di Polesella: “Bene fa il presidente Marinese a pungolare l’azione del governo”, dice riferendosi ai dubbi e ai timori sollevati dal numero uno di Confindustria Venezia Rovigo, e aggiunge: “Ma io estendo lo stesso appello alla Regione. E comunque conservo la mia fiducia sul fatto che non servirà tutto quel tempo”. I sindaci quindi vogliono leggere i 9 mesi come tempo massimo per arrivare all’istituzione della Zls, confidando che ci si riesca anche prima. Però come dice il proverbio: fidarsi è bene...

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl