you reporter

ADRIA

"Una ecografia? Ad agosto, ma a Trecenta"

La rabbia della Rete dei comitati polesani per la sanità pubblica

46722

L'ospedale di Adria

08/01/2022 - 13:03

"Anno nuovo, vita nuova...ci piacerebbe poter dire. E, invece, in virtù delle disgrazie della sanità pubblica polesana, ci tocca ancora scrivere di liste d'attesa, di servizi negati al territorio, dell'ospedale di Adria e di questa nostra Azienda Ulss 5, a cui spetta l'ingrato compito di occuparsi della salute di noi derelitti, che viviamo ai confini dell'impero zaiano". Comincia così l'amara constatazione di Enrico Naccari, in rappresentanza della Rete dei comitati polesani per la sanità pubblica.

"Mi sono recato al Cup adriese, a prenotare un'ecografia a una spalla dolente - prosegue la spiegazione - Al modico prezzo di una salutare passeggiata e di una breve attesa, ho avuto l'immenso privilegio di scoprire: che non è possibile prenotare tale esame presso la nostra struttura ospedaliera; che, se proprio non voglio andare privatamente e mi ostino a preferire il servizio pubblico, posso scegliere se fare il predetto esame in agosto, a Trecenta, oppure a novembre, a Rovigo".

"E non è finita qui. Perché, noi emarginati, costretti da una natura matrigna e da un destino vile e schernitore a vivere in questo piatto frammento di terra chiamato Polesine, non ci facciamo mancare niente...quando si tratta del peggio".

"Così, si scopre anche che la Cmp Global Medica, nel periodo dal 31 dicembre 2021 al 29 gennaio 2022, non è in grado di assicurare la presenza medica al 118 di Adria e che non è possibile sopperire a questa carenza, perché il personale qualificato per l'attività di emergenza preospedaliera, nella nostra Ulss è insufficiente. Per cui, in caso di soccorso che preveda l'intervento del medico: nel territorio prossimale a Porto Viro, interverrà la medicalizzata di Porto Viro; nel territorio prossimale a Rovigo, interverrà la medicalizzata di Rovigo; per i codici rossi del territorio di Cavarzere, interverrà la medicalizzata di Mestre. Non so voi, ma dai margini dell'impero e in attesa di comprendere a che cosa sia prossimale il territorio di Adria, ci sentiamo davvero discriminati ed esautorati del diritto alla salute".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl