you reporter

SANITA’

Covid, medici sommersi dal lavoro

“Incombenze aumentate a dismisura”. Nuove regole per l’isolamento, ecco come comportarsi

Covid, medici sommersi dal lavoro

10/01/2022 - 00:16

CAVARZERE - La medicina di gruppo integrata di Cavarzere dà chiarimenti riguardo ad alcuni interrogativi riguardanti tamponi, riscontro di positività e periodi di isolamento, e avvisa: “La mole di lavoro sta superando le nostre forze e non riusciamo a rispondere a tutti immediatamente: la situazione è difficile per tutti, ma noi stiamo cercando di fare del nostro meglio”.

Lo ha scritto in una nota il personale della medicina di gruppo integrata di Cavarzere e Cona, che riprende e chiarisce alcune questioni legate a dubbi sui comportamenti da tenere in questo periodo di forte aumento dei contagi: “Se qualcuno risulta positivo a un test fai da te, la positività deve essere confermata da un test antigenico o molecolare, da fare al centro tamponi dell’Ulss con impegnativa del medico curante; se qualcuno risulta positivo a un test rapido o molecolare eseguito in farmacia o in un centro privato accreditato, non ha bisogno di confermare la positività, che sarà inviata direttamente al portale della regione dalla struttura in cui è stato eseguito il test - informa - una volta dichiarati positivi, scatta l’isolamento che sarà di sette giorni per chi ha eseguito la terza dose, o fatto due dosi di vaccino da meno di quattro mesi. La fine dell’isolamento sarà determinata da un tampone rapido o molecolare eseguito al centro tamponi dell’Ulss (e non in farmacia). I positivi non vaccinati che non hanno completato il ciclo o che sono vaccinati da più di quattro mesi devono fare un isolamento di 10 giorni di cui tre senza sintomi, e il termine dell’isolamento è determinato da un test rapido o molecolare eseguito al centro tamponi dell’Ulss (non in farmacia)”.

In questo periodo in cui i contagi sono tantissimi, non sempre succede di essere chiamati dal servizio igiene e sanità pubblica per la programmazione del tampone, in questi casi contattate il vostro medico - precisa ancora - munitevi di pazienza perché il lavoro sta superando le nostre forze e non riusciamo a rispondere a tutti immediatamente. Se usate il telefono evitate di telefonare tutti nelle ore del mattino: siamo aperti dalle 8 alle 20, mentre se usate le mail abbiate un po’ di pazienza, che alla fine rispondiamo a tutti. Evitate di essere aggressivi o pretenziosi: la situazione è difficile per tutti, e noi stiamo cercando di fare del nostro meglio. Anche i medici, gli infermieri e il personale di segreteria possono essere in isolamento, e il lavoro per chi resta aumenta a dismisura”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl