you reporter

FICAROLO

Matteotti, un eroe rimasto “Solo”

“Momento importante sul piano culturale e politico. Ora riuniamo la sinistra sul territorio”

Matteotti, un eroe rimasto “Solo”

10/01/2022 - 11:46

Il senatore Nencini racconta Matteotti. Nella serata di venerdì, il gruppo Polesine Progressista ha ospitato nella sala Auser di Ficarolo, il senatore Riccardo Nencini per la presentazione del suo libro “Solo”. Nel suo romanzo storico, Nencini racconta di un Giacomo Matteotti che, alle avvisaglie dell’ascesa di Mussolini e del fascismo al potere, viene lasciato solo. Aveva intuito, lui più di chiunque altro, la pericolosità dell’uomo e delle idee, e la battaglia combattuta da Matteotti, in quella fase, è stata “quasi” in solitaria. Nencini chiude la serata affermando che dalle ricerche effettuate la responsabilità dell’assassinio di Matteotti sia da ascrivere esclusivamente a Mussolini, e non tanto a seguito del famoso discorso in parlamento, quanto per una serie di prove che avrebbe portato il giorno dell’omicidio in parlamento relative alla tangente della Sinclair Oil e riguardanti il fatto che il bilancio presentato fosse assolutamente fasullo.

Quaranta le persone presenti, tra queste il segretario della Cisl di Padova e Rovigo Samuel Scavazzin, il segretario del Partito democratico di Stienta Gianmichele Pavanelli, la vicesindaco di Gaiba Asia Trambaioli, Laura Bassi portavoce del Veneto che Vogliamo e la consigliere comunale di minoranza di Ficarolo Stefania Turchetti. A guidare la serata Paolo Masiero, già sindaco socialista a Ficarolo. “E’ stato un momento importante per due motivi - fanno sapere da Polesine Progressista - il primo per il livello politico, culturale e intellettuale della serata, questo grazie alla disponibilità di Riccardo Nencini. Il secondo perché il percorso che abbiamo avviato qualche anno fa a Ficarolo sta piano piano affermandosi e l’obiettivo di far incontrare, discutere, ragionare, tutte le anime della sinistra inizia a concretizzarsi. Lo scopo di Polesine Progressista è questo - continuano dal gruppo - costruire, insieme, un laboratorio politico-culturale in grado di proporre punti di riferimento culturali di sinistra a un paese, a una comunità, a un territorio. La casa della sinistra italiana e grande, le differenze fino a oggi hanno portato solo a divisioni e frammentazioni, noi abbiamo il presuntuoso obiettivo di far convivere tutte le anime della sinistra, da quella riformista alla radicale. Utopia? Forse - concludono - comunque, da sinistra, ci proviamo”. Prossimo appuntamento venerdì prossimo 14 gennaio con Lorenzo Guadagnucci, giornalista per la presentazione del libro scritto con Vittorio Agnoletto “L’eclisse della democrazia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl