you reporter

SANITA’

“Otto mesi per un’ecografia”

E la segnalazione di Enrico Naccari della Rete dei comitati polesani per la salute pubblica

“Otto mesi per un’ecografia”

10/01/2022 - 11:05

L’emergenza pandemica che ormai si trascina da due anni ha aperto il vaso di Pandora delle tante criticità della sanità adriese e dei servizi socio, sanitari, assistenziali forniti dall’ospedale Santa Maria Regina degli Angeli. Quasi quotidianamente i cittadini registrano disagi nel rapportarsi con Adria salus, così pure non poche difficoltà si segnalano al centro prenotazioni. Sulla questione interviene la Rete dei comitati polesani per la sanità pubblica. “Anno nuovo, vita nuova, ci piacerebbe poter dire - esordisce Enrico Naccari a nome del coordinamento - invece, in virtù delle disgrazie della sanità pubblica polesana, ci tocca ancora scrivere di liste d’attesa, di servizi negati al territorio, dell’ospedale di Adria e di questa nostra azienda sanitaria Ulss 5, a cui spetta l’ingrato compito di occuparsi della nostra salute”.

E racconta di un’esperienza personale vissuta qualche giorno fa. “Mi sono recato al Cup adriese per prenotare un’ecografia a una spalla dolente. Al modico prezzo di una salutare passeggiata e di una breve attesa, ho avuto l’immenso privilegio di scoprire che non è possibile prenotare tale esame nella nostra struttura ospedaliera. Non solo, ma se proprio non voglio andare privatamente e mi ostino a preferire il servizio pubblico, posso scegliere se fare il predetto esame in agosto a Trecenta, oppure in novembre a Rovigo”.

A questo punto la Rete dei comitati lancia un allarme. “Si scopre - afferma Naccari - che la Cmp global medica, nel periodo dal 31 dicembre 2021 al 29 gennaio 2022, non è in grado di assicurare la presenza medica al Pronto soccorso di Adria e che non è possibile sopperire a tale carenza, perché il personale qualificato per l’attività di emergenza pre ospedaliera, nella nostra Ulss 5, è insufficiente. Per cui, in caso di soccorso che preveda l’intervento del medico, le opzioni sono tre: primo, nel territorio prossimale a Porto Viro, interverrà la medicalizzata di Porto Viro; secondo, nel territorio prossimale a Rovigo, interverrà la medicalizzata di Rovigo; terzo, per i codici rossi del territorio di Cavarzere, interverrà la medicalizzata di Mestre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl