Cerca

FRASSINELLE

I ladri colpiscono due volte la stessa casa: devastata

Scatta l’allarme e scappano, ma hanno avuto tempo di fare grossi danni

Carabiniere modello costretto a difendersi al Tar

Scatta l’allarme e scappano ma nel frattempo devastano l’appartamento. Indagano i carabinieri

I ladri tornano, ma questa volta scatta l’allarme. E’ successo in un’abitazione che si trova in località Caporumiatti nei pressi di via Monti a Frassinelle. Nella notte tra martedì e mercoledì, i ladri hanno tentato di entrare nello stabile dopo aver mandato in frantumi il vetrocamera di una finestra facendo però scattare l’allarme.

Erano da poco trascorse le 4 quando la signora Bruna, fuori casa per lavoro, ha ricevuto la chiamata del sistema di allarme sul cellulare, che le indicava una intrusione nel soggiorno. Avendo installato un sistema che, attraverso l’applicazione dà la possibilità da remoto di poter seguire anche gli spostamenti dei ladri all’interno dell’abitazione, la signora, dopo un primo spavento, si era leggermente rassicurata perché niente sembrava muoversi all’interno della casa.

Molto probabilmente i malintenzionati hanno atteso un po' di tempo, non sapendo se il sistema antintrusione potesse, essere collegato anche con le forze dell’ordine. Dopo circa un’ora, verso le 5 e un quarto di mattina, un secondo allarme ha raggiunto la proprietaria che, questa volta, ha riscontrato il movimento dei ladri in diverse stanze dell’abitazione. L’allarme, fortunatamente, era collegato anche con le Forze dell’Ordine che si sono portate subito sul posto ma, nel frattempo, dei malviventi non c’era più nessuna traccia.

La signora, giunta sul posto verso le 7, non ha potuto fare altro che riscontrare la rottura del serramento e, assieme ai Carabinieri, verificare che all’interno fortunatamente non era stato asportato nulla. La stessa abitazione era stata visitata nel maggio del 2020 quando, purtroppo, non era ancora stato installato il sistema di allarme e i ladri avevano avuto tutto il tempo per rubare tutto quello che hanno trovato all’interno: Mobili, piatti, una stufa a pellet con tanto di aspiracenere, tavoli, sedie, lavatrice, aspirapolvere, forno, piano cottura e molto altro. Sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri per cercare di assicurare alla giustizia i colpevoli.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy