Cerca

VENETO

I profughi arrivati sono quasi 5mila

Un afflusso costante, la Regione risponde con grande solidarietà

I profughi arrivati sono quasi 5mila

“La macchina del Veneto per l’accoglienza e l’assistenza sanitaria gira a pieno regime, ringrazio ancora una volta i veneti che continuano a fare donazioni al conto corrente della regione dedicato all’emergenza Ucraina e a offrire posti letto, una generosità e un cuore che non ha eguali. Ora però auspichiamo che le trattative per la pace accelerino, in modo da arrivare presto a una cessazione di questa folle guerra”. Così il Presidente della Regione Luca Zaia, commissario delegato per l’emergenza Ucraina, commenta i dati relativi all’emergenza legata al conflitto in Ucraina che ha vede il numero degli arrivi registrati in Veneto dalle prefetture raggiungere quota circa 4.500 persone (dati delle ore 9 di ieri).

Martedì scorso sono stati effettuati 1.056 tamponi mentre il totale di tamponi eseguiti da inizio emergenza su cittadini ucraini risulta pari a 7.568 (tasso di positività pari al 2,22%). Fino ad oggi 606 i profughi a cui è stata somministrata almeno una vaccinazione. Le vaccinazioni somministrate sono state complessivamente 756 e 140 i profughi a cui è stata registrata in anagrafe vaccinale regionale la situazione delle vaccinazioni ricevute prima dell'arrivo in Italia. Le presenze negli hub di accoglienza primo livello predisposti dalla Regione del Veneto per la prima accoglienza dei profughi alle 9 di ieri erano 141: 69 a Noale (Venezia), 5 a Valdobbiadene (Treviso) e 67 a Isola della Scala (Verona).

È stato riattivato oggi per l’accoglienza l’ex-ospedale di Monselice (75 posti che oggi saranno elevati a 150) e da giovedì quello di Asiago (120). Per quanto concerne l’offerta di alloggi le persone che hanno compilato il form per la disponibilità ad offrire alloggio sono 4.150 per un’offerta complessiva di 8.508 posti letto.

In merito alle donazioni l’importo complessivo versato sul conto corrente regionale dedicato ha raggiunto quota euro 488.762,41 in base a 2.575 versamenti. Si ricorda che i versamenti possono essere effettuati sul conto corrente intestato a Regione del Veneto - causale Sostegno emergenza Ucraina - iban IT65G0200802017000106358023 - Bic/swift Uncritm1vf2. Per chi volesse comunicare la propria disponibilità ad ospitare profughi la Regione mette a disposizione un form compilabile online (vedi sezione https://bit.ly/3HS7rlL) ed il numero verde della Protezione civile regionale 800990009.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy