you reporter

CORONAVIRUS

"Positivo in Cina: trasferito e chiuso nel 'ghetto'"

Alessandro Pavanello, padovano di 31 anni, racconta la propria esperienza a Shangai

"Positivo in Cina: trasferito e chiuso nel 'ghetto'"

Alessandro Pavanello durante una delle sue comunicazioni sui social

20/04/2022 - 18:48

Da sei anni vive a Shangai, Cina, ma ora pensa che sia arrivato il momento di tornare in Italia, nella sua Padova. Non appena glielo lasceranno fare, dal momento che Alessandro Pavanello, 31 anni, produttore musicale, si trova al momento bloccato in isolamento forzato in un ex padiglione espositivo, a Shangai, dopo essere risultato positivo al coronavirus.

Qualche giorno fa – racconta - dopo un tampone positivo eseguito nell'ambito dei controlli della popolazione organizzati dall'amministrazione, è stato portato via da personale sanitario in tenuta anti Covid e condotto nel "ghetto" ossia nell'ex padiglione espositivo trasformato in struttura sanitaria d'emergenza. La zona di Shangai, infatti, è interessata da un lockdown "duro" con il quale si conta di combattere la recrudescenza del contagio.

Nei cubicoli con le pareti alte un metro, dove allora venivano esposti i prodotti, sono state ricavate delle mini camere da letto: in ognuna di queste dormono quattro persone. Non ci sono docce, ma solo gabinetti e lavandini: per l’igiene personale bisogna aggiustarsi con quello che c’è e con il catino che viene fornito a ogni «ospite», insieme a un po’ di sapone. 

Per porre fine alla permanenza forzata in questa struttura, sono necessari due tamponi negativi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Max61

    21 Aprile 2022 - 08:08

    E pensare che c'era una dittatura sanitaria in Italia, perché ci lo Stato " ci ha obbligano" a vaccinarsi e mostrare il green pass per entrare un un locale.......

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl