you reporter

LA MANIFESTAZIONE

Premio San Marco ad angeli e Arma

Presente il sindaco Munari e il collega di Cona, Aggio, oltre a Protezione civile e ai Carabinieri locali

Premio San Marco ad angeli e Arma

Il momento della consegna del premio San Marco

26/04/2022 - 22:00

Sara Mantoan

CAVARZERE - Alla quarta edizione del Premio San Marco le eccellenze di Cavarzere e Cona sono salite sul palco del Palazzo Ducale di Venezia. Hanno ricevuto un riconoscimento per l’operato svolto i gruppi della Protezione di civile di entrambi i Comuni, premiati anche il comandante e gli operatori in servizio della stazione dei Carabinieri di Cavarzere.

La cerimonia si è tenuta il 25 aprile, il giorno di San Marco, e sono stati consegnati i riconoscimenti a quei cittadini ed enti che hanno saputo portare prestigio alla Città metropolitana di Venezia con opere concrete nelle scienze, arti, industria, artigianato, lavoro, sport, scuola, sicurezza o con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico.

Inoltre, la cerimonia è stata l'occasione per la consegna di una serie di riconoscimenti legati alle attività e iniziative che si sono svolte in occasione delle celebrazioni dei 1600 anni di Venezia.

Presente all’evento il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, oltre alle autorità, ai rappresentanti delle istituzioni dei comuni metropolitani e delle categorie produttive. Tra i sindaci dei 44 comuni metropolitani anche il primo cittadino di Cavarzere, Pierfrancesco Munari, e quello di Cona, Alessandro Aggio, entrambi invitati sul palco per la premiazione delle eccellenze dei due territori: uno dei riconoscimenti è stato consegnato al gruppo dei volontari della Protezione civile di Cavarzere, e successivamente anche al gruppo dei volontari di Cona.

“Per essere ieri, oggi e domani un faro nella comunità cavarzerana, per essere stati in prima linea nella pandemia per oltre due anni, mettendo in campo servizi per l’intera cittadinanza, per avere - anche al di fuori della pandemia - sorvegliato il territorio in occasione della tempesta del 6 ottobre 2021, massimo storico di precipitazioni in un solo giorno nella nostra comunità, collaborando e aiutando le forze dell’ordine negli interventi; per avere coordinato anche durante il conflitto russo-ucraino la raccolta di generi alimentari e beni di prima necessità per le popolazioni colpite”.

Questa la motivazione del premio, molto similare anche per il premio di Cona: “Il gruppo della Protezione civile si è contraddistinto per l’impegno nell’affrontare la pandemia, mettendosi a disposizione della cittadinanza; per la consegna a domicilio di farmaci e mascherine ai nuclei familiari in quarantena, oltre che per un più generale supporto al Comune e alla Ulss 3”.

Ma non solo, per quanto riguarda Cavarzere è stato consegnato un riconoscimento anche al comandante Vinicio Marozzi e agli operatori in servizio della caserma dei Carabinieri, premiati dal comandante interregionale dei carabinieri, Antonio Papparella. “Il comando provinciale dell’arma dei carabinieri ha evidenziato l’importante operato svolto dal comandante e dagli operatori in servizio nella stazione dei carabinieri di Cavarzere, che hanno garantito la difesa e la sicurezza della comunità di Cavarzere e di Cona, rimanendo sempre al fianco dei cittadini e delle istituzioni” la motivazione.

“Un privilegio e un onore per me rappresentare Cavarzere, che per la prima volta è presente alla consegna di questi prestigiosi riconoscimenti. Viva San Marco!” il post social del sindaco Munari al termine della manifestazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl