you reporter

ECONOMIA

Gli enti pubblici pagano prima

Fatture: Comune, Provincia e Ulss giocano d’anticipo

Gli enti pubblici pagano prima

01/05/2022 - 13:11

Sebbene la pubblica amministrazione presente in Veneto sia tra le più virtuose d’Italia, con tempi medi di pagamento nettamente inferiori ai limiti stabiliti per legge, l’Ufficio studi della Cgia stima che le aziende della nostra regione avanzino dallo Stato e dalle sue articolazioni periferiche almeno cinque miliardi di euro.

In primo luogo perché molte aziende venete lavorano per grandi aziende pubbliche, ministeri o enti locali di altre regioni e in secondo luogo perché, come ha segnalato la Corte dei Conti, si starebbe consolidando una tendenza che vede le amministrazioni pubbliche privilegiare il pagamento in tempi brevi le fatture di importo maggiore e ritardare intenzionalmente la liquidazione di quelle di importo meno elevato. Una modalità operativa che, ovviamente, penalizza le piccole imprese che, generalmente, lavorano in appalti o forniture di importi nettamente inferiori a quelli “riservati” alle attività produttive di dimensione superiore.

In Veneto la situazione è molto positiva: la realtà più virtuosa è l’Azienda Zero che nel 2021 ha pagato con un anticipo medio rispetto alla scadenza di legge di ben 41,6 giorni. Seguono l’Ulss 2 della Marca Trevigiana con 37 giorni d’anticipo, e l’Ulss 6 Euganea con 35. In positivo anche la situazione degli enti pubblici polesani: l’Ulss 5 paga con 24 giorni d’anticipo, la Provincia di Rovigo con 17 e il Comune capoluogo con circa cinque giorni d’anticipo sulla scadenza delle fatture.

Gli enti meno “solerti”, si fa per dire, sono stati l’Ulss 3 Serenissima con un anticipo di 18 giorni, il Comune di Vicenza con cinque giorni e la Provincia di Vicenza che ha onorato i suoi impegni di pagamento con “solo” tre giorni e mezzo di anticipo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl