you reporter

Adria

Corte Guazzo è come una foresta

Molte le segnalazioni di scarsa manutenzione del verde.

Corte Guazzo è come una foresta

14/05/2022 - 18:32

Non è stato un bel biglietto da visita quello offerto dalla città etrusca nell’ospitare un importante convegno dedicato alla presentazione dei Cam regionali, ovvero i Criteri minimi ambientali, insieme al piano comunale del verde. Al ridotto del teatro Comunale si sono ritrovati funzionari regionali, dirigenti e operatori dell’associazione Giardini pubblici, insieme a professionisti, imprenditori e autorità cittadine.

Ma fuori la gestione del verde evidenzia non poche criticità. Su tutte le penosa condizione in cui versa il parco di Corte Guazzo: ormai ha le sembianze di una foresta. Quello che dovrebbe essere il giardino più rinomato della città, una vera e propria perla dal punto di vista ambientale, si presenta in uno stato di degrado spaventoso. L’area e gli immobili sono è di proprietà dell’Uss 5 e dovrebbe diventare una comunità terapeutica riabilitativa protetta. Previsto un investimento di quasi un milione di euro finanziato dalla Regione, ma non è stata fissata una road map dell’intervento.

Più volte si sono alzate voci per denunciare il degrado dell’area verde: un minimo di manutenzione consentirebbe di usufruire degli spazi esterni. L’amministrazione comunale fa orecchi da mercante potendo dire che si tratta di cosa non sua, almeno potrebbe alzare la voce nei confronti dell’azienda sanitaria e trovare un accordo per la gestione del verde, in attesa della ristrutturazione definitiva.

Molte altre sono le segnalazioni di erba fuori controllo. Per esempio, i residenti di Borgo XXV Luglio sono stanchi nel vedere un’area comunale in completo abbandono. “La manutenzione del verde - osserva Norma Carletti - ha bisogno di una diversa progettualità e organizzazione. Chi segue la materia dovrebbe essere almeno a conoscenza delle aree di competenza comunale. Tutte le zone di Adria, sia centrale che limitrofe e frazioni devono essere considerate”. E conclude: “È necessario quanto prima che il comune dia il buon esempio nel mettere in pratica consigli e obblighi impartiti attraverso ordinanze e regolamenti di ogni genere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl