Cerca

IL CASO

"Aborto? Un diritto, ma impossibile da esercitare, spesso"

"Aborto? Un diritto, ma impossibile da esercitare, spesso"

L'aborto? Un diritto, che spesso è però impossibile da esercitare, dal momento che vi sono strutture della sanità pubblica dove l'obiezione di coscienza dei medici e del personale - pure questa un diritto, ovviamente - raggiunge il 100%, rendendo l'erogazione del servizio impossibile. Sono i numeri che emergono dalle ricerche dell'associazione "Mai Dati!". 

Secondo questo report, sono 31 (24 ospedali e 7 consultori) le strutture sanitarie con il 100 per cento di obiettori di coscienza tra ginecologi, anestesisti, infermieri e operatori socio-sanitari. Quasi 50 quelle con una percentuale superiore al 90 per cento, più di 80 quelle con un tasso di obiezione superiore all’80 per cento.

Le risultanze del monitoraggio sono stati presentati nella giornata di martedì 17 maggio l’Associazione Luca Coscioni durante una conferenza stampa alla Camera dei Deputati.  

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy