Cerca

BAGNOLO DI PO

Disabile si salva volando nel fosso

Per evitare l’impatto si è buttato fuori strada con la carrozzina. “Mi ha aiutato una ragazza”

Disabile si salva volando nel fosso

Si getta nel fosso in carrozzina per evitare di essere investito. E successo a Thomas Cestaro: nel pomeriggio di mercoledì stava facendo il suo solito giretto serale per godersi la campagna polesana, sulla strada che dalla piazza della sua Bagnolo va verso Trecenta. Mentre, alla sinistra della riga bianca che delimita la carreggiata e a pochi centimetri dal ciglio stradale, circolava a bordo della sua carrozzina elettrica, si è visto arrivare addosso un’auto, che stava compiendo un sorpasso azzardato. Solo grazie a una grande prontezza di riflessi, è riuscito a buttarsi nel fosso per evitare di essere investito in pieno dall’auto, che procedeva - secondo la testimonianza del ragazzo - ad alta velocità. Né il conducente dell’auto in questione, né quello del veicolo che è stato sorpassato, pur avendo con tutta probabilità assistito alla scena, si sono fermati per prestargli soccorso.

“Sono riuscito a evitare l’impatto con quell’auto soltanto per pochi centimetri. Quello che è peggio è che questa persona non si è neppure fermata”, dice Thomas, ancora sconvolto dall’accaduto. “Per fortuna - racconta - ho avuto la prontezza di buttarmi nel fosso con la carrozzina ed evitare l’impatto. Fortunatamente non mi sono fatto niente nonostante il volo, ma se non mi fossi gettato avrebbe anche potuto ammazzarmi”.

Thomas, dopo essersi letteralmente gettato nel fosso che costeggia la strada, è riuscito a risalire soltanto grazie all’intervento di una ragazza che, fermandosi con la sua autovettura dopo aver visto il ragazzo a bordo strada, gli ha dato una mano a riassestarsi nella carrozzina. “Ringrazio ancora la ragazza di Trecenta che mi ha aiutato a risalire dal fosso e che mi ha rimesso in carrozzina”, continua il giovane di Bagnolo, molto conosciuto in zona. Per lui, alla fine, soltanto alcune abrasioni e un grande spavento. “In quell’attimo - continua - non sono riuscito a capire né il modello dell’auto né chi ci fosse alla guida. Ho pensato soltanto a buttarmi nel fosso. L’unica cosa che ho visto è che la macchina era grigio scuro. Ma a lui voglio dire soltanto: vergognati, perché sei una brutta persona”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy