Cerca

Tecnologia

Addio al groviglio dei caricabatterie: l'Ue lo impone uguale per tutti

Raggiunto l'accordo: tra due anni entrerà in vigore l'attacco standard.

Addio al groviglio dei caricabatterie: l'Ue lo impone uguale per tutti

Caricabatterie unico per tutti i dispositivi: finalmente ci siamo!

A partire dal 2024, tutti gli apparecchi elettronici di taglia medio-piccola venduti nell’Ue dovranno essere dotati di una porta di tipo Usb-C, per evitare la moltiplicazione degli standard e dei caricabatterie, che genera montagne di spazzatura elettronica. Consiglio e Parlamento hanno raggiunto un accordo in trilogo, a Strasburgo, sulla revisione della direttiva sugli equipaggiamenti radiofonici, in pratica sul caricatore unico, una misura di armonizzazione degli standard che punta a ridurre la produzione di rifiuti e a semplificare la vita a chi utilizza telefonini, laptop, tablet e simili.

Tra due anni la porta Usb-C, uno standard utilizzato anche dalla Apple, a lungo criticata per l’utilizzo di due standard differenti per la ricarica degli apparecchi, sarà obbligatoria, a prescindere dal produttore, per telefonini, tablet, e-reader, cuffie e auricolari, macchine fotografiche digitali, consolle per videogiochi, casse portatili ricaricabili via cavo. Anche i laptop dovranno averla, entro 40 mesi dall’entrata in vigore. In questo modo, dovrebbe ridursi la quantità di cavi che un utente medio deve portare con sé.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank1

    08 Giugno 2022 - 15:49

    qualcosa a bruxelles devono pure dimostrare di fare.oltre che farci mangiare le cavallette...il vino senza l'uva,la cioccolata senza cacao...le auto senza motore...divieto di cetrioli troppo curvi..affumicare il pesce..e vendere olio dalla tunisia,mettendo in ginocchio i nostri produttori,ora è la volta dei caricabatterie.ci cambiera' la vita?? e come no

    Report

    Rispondi

Impostazioni privacy