you reporter

Lungo applauso per il vescovo <br/> alla processione per i santi patroni

vescovo[1].JPG

30/06/2015 - 12:00

Un lungo e caloroso applauso ha saluto il vescovo Lucio Soravito de Franceschi ieri sera al termine della solennità dei Santi Pietro e Paolo patroni della città. Un gesto di profondo affetto della comunità adriese verso il vescovo per il suo 52esimo anniversario di sacerdozio che cadeva proprio ieri, ma anche un atto di riconoscenza perché quasi sicuramente sarà l’ultima cerimonia del patrono da vescovo. La Cattedrale era gremita per questo rito molto sentito e con tantissimi bambini e ragazzi del Grest con le loro t-shirt colorate che hanno dato un tocco di freschezza alla cerimonia.
Nell’omelia Soravito ha posto l'accento sulla diversità delle figure di Pietro e Paolo: il primo da pescatore chiamato a fondare la chiesa, il secondo da funzionario statale mandato a portare il Vangelo tra le genti soprattutto pagane. “Ma con un unico obiettivo ed un’unica fede: quella in Cristo nostro Salvatore” ha sottolineato il vescovo Lucio. Accompagnati dai canti del coro Polifonico, si è svolta la processione con la statua di San Pietro attraversando tutta la piazza antistante.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl