you reporter

Centralina elettrica in tilt <br/> tra i cittadini monta la protesta

43447

09/07/2015 - 12:00

di Luigi Ingegneri

ADRIA - Il caldo torrido di questi giorni ha mandato il tilt anche una centralina della corrente elettrica e così un intero quartiere è rimasto senza corrente per quasi tre ore.

E’ accaduto l’altra sera, nel zona nord-est della città, tra via monsignor Pozzato e il parco Powell. Intorno alle 21 è arrivato un improvviso blackout e subito è scattato l'allarme dei residenti. Alcuni sono usciti per dirigersi verso la centralina per verificare se ci sono tecnici Enel al lavoro, ma è tutto fermo. Subito qualcuno ha cercato di mettersi in contatto con il servizio di assistenza Enel attraverso il numero verde, ma l’impresa è apparsa impossibile.

Nel frattempo, nel giro di un quarto d’ora, è sopraggiunto il sindaco Massimo Barbujani in scooter con la consorte, si è informato dell’accaduto e subito si è messo al telefono. Il suo intervento ha consentito di mettersi in contatto con la squadra emergenze, arrivata dopo mezz’ora e subito si è messa al lavoro. Intorno alle 23.30 la corrente è tornata alla normalità. Intanto Barbujani ha cercato di informarsi sulle cause del blackout.

Ma i cittadini non ci stanno pur apprezzando l’immediato intervento del sindaco. “Senza il suo interessamento - puntualizza Aldo Rondina - saremo rimasti senza corrente per tutta la notte, come accaduto in altre circostanze”.

E monta la protesta al punto che già si parla di dar vita ad un comitato e di avviare una raccolta firme perché restare senza corrente in queste condizioni climatiche è veramente intollerabile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl