you reporter

Festa comunale dell'Avis <br/> una giornata indimenticabile

Donatori

avis[1].JPG

Laura Trevisan, Massimo Varliero e Giovanni Lotesoriere

09/09/2015 - 13:14

ADRIA - Un larga partecipazione di soci e cittadini, molti rappresentanti delle istituzioni, numerose delegazioni di sezioni polesane e messa celebrata dal vescovo Lucio Soravito de Franceschi hanno fatto da cornice alla 57esima Festa della comunale Avis.

Motivo di soddisfazione e di orgoglio per il presidente Giovanni Lotesoriere e di tutto il direttivo che lo affianca, ripagati del gran lavoro organizzativo per una manifestazione intensa e carica di significati. Infatti la Giornata del donatore di domenica scorsa ha vissuto diversi momenti indimenticabili: la sfilata lungo tutto corso Vittorio Emanuele II, il cuore della città etrusca; il rito religioso in Cattedrale; la deposizione di una corona d'alloro al monumento ai Caduti; l'inaugurazione ufficiale del nuovo ufficio Avis nella Casa delle associazioni dove è stata scoperta la targa dell'associazione; la consegna delle benemerenze a ben 119 donatori; il saluto di congedo a Giuseppina Lobue che ha lasciato il centro trasfusionale; il “gemellaggio” con i donatori di organi dell’Aido; un riconoscimento a Luigi “Gigin” Passadore bandiera del volontariato adriese; quindi l’allegria di soci, familiari e amici tra le tavolate del pranzo sociale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl