you reporter

Barbujani vuole la sede del Parco <br/> stizzita la collega di Ariano Polesine

Adria

47109

24/09/2015 - 11:30

di Luigi Ingegneri

ADRIA - La città etrusca chiede ufficialmente la sede del Parco regionale veneto del Delta del Po che attualmente si trova in via Marconi ad Ariano Polesine.

Il sindaco Massimo Barbujani ha rotto gli indugi ed ha inviato la comunicazione scritta a Giovanni Viti che dall’8 gennaio scorso è commissario straordinario dell’ente, oltre al direttore Marco Gottardi. La notizia è stata tenuta riservata per qualche giorno, poi è trapelata nella mattinata di ieri e lo stesso primo cittadino adriese ha confermato di aver formalizzato tale richiesta. Già è stata individuata la sede: il palazzo dell’ex tribunale, in corso Mazzini, nel pieno centro cittadino.

“Credo che la nostra città - dichiara Barbujani - abbia tutti i titoli per ospitare la sede del parco, siamo la porta del Delta, siamo al centro della viabilità in attesa, in un futuro non troppo lontano, della Nogara Mare e della Romea commerciale a completamento delle infrastrutture viarie. Inoltre abbiamo il collegamento ferroviario con Venezia e Rovigo e l'asta navigabile. Ritengo che questo ruolo di centralità del parco sia naturale”.

Alquanto infastidita della cosa è il sindaco di Ariano nel Polesine, Carmen Mauri. “Non so nulla di questa cosa - ammette - se così fosse posso dire che si tratta di una scorrettezza istituzionale grave perché sarebbe stato giusto parlarne prima assieme. Ribadisco che questo modo di operare - sottolinea il primo cittadino di Ariano - non è affatto corretto, proprio in un momento in cui abbiamo bisogno di darci tutti un mano. La sede è stabilita nello statuto, questa mossa unilaterale di Adria non è certo un favore ad Ariano, comunque noi ci batteremo con tutte le nostre forze perché rimanga qui”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl