you reporter

Presa di posizione di Santarato <br/> nel difendere il sindaco Barbujani

Adria

47348

30/09/2015 - 11:55

di Luigi Ingegneri

ADRIA - “Dobbiamo liberare Bobo dalle sgrinfie dei partiti”. Neanche la sedicente opposizione in consiglio comunale sarebbe arrivata a pensare tanto. Invece non ha peli sulla lingua Marco Santarato, presidente del consiglio comunale, da 4 anni e mezzo al fianco del sindaco nella tribuna più alta di Palazzo Tassoni, esponente di spicco della Bobosindaco con consolidate simpatie nel mondo ex An di Isi Coppola. Parole pesantissime destinate a scuotere ancor di più il centrodestra dopo le recenti esternazioni.

Presidente, come intende “liberare” Bobo?


“Su pressante richiesta di diversi amici, sto lavorando per dar vita a una lista civica delle frazioni, che raccolga persone di buona volontà di qualsiasi orientamento politico, ma a due condizioni: libere dai partiti, se sono iscritti devono lasciare subito; assicurare il loro impegno per le frazioni”.


Immagino che lei sarà il candidato sindaco?


“Niente affatto. Se questa lista nascerà, sarà di appoggio a Bobo, appunto per liberalo dalle sgrinfie dei partiti. Voglio dire di più...”.


Prego...


“In questi giorni sono abbastanza schifato, di fronte a quello che sto vedendo e sentendo, viene voglia di mollare tutto. Invece dobbiamo resistere per allontanare quelle persone che fino a ieri hanno usato e strumentalizzato il sindaco e oggi gli sputano in faccia”.


Scusi, ce l’ha con qualcuno in particolare?


“Purtroppo non c’è uno in particolare, ma sono tanti quelli che hanno usato la faccia di Bobo. E dico anche: non mi interessa che loro mi stiano leggendo, spero che mi ascolti Barbujani. Lui può fare ancora molto per Adria, sa parlare alla gente e la gente lo sente vicino. Molte cose non sono state fatte per il diktat di questo o quel partito. Allora basta interferenze dall’esterno: ad Adria devono comandare gli adriòti insieme a quelli delle frazioni”.


Un’altra lista civica non rischia di creare ulteriore confusione nel centrodestra?


“Sarà una civica che metterà insieme le persone delle frazioni, gente di buona volontà, trasparente, senza doppi giochi, senza pensare alle poltrone, senza dover rispondere al richiamo di altri, quindi persone libere che non accettano ordini da nessuno. Servirà per ridare a Bobo lo slancio di sette anni fa quando siamo partiti: ecco voglio recuperare lo spirito del 2009”.


Avete deciso quale nome dare alla lista?


“E’ prematuro, al momento non posso assicurare che l’operazione vada in porto, non sono abituato a dare per fatte cose che sono solo in progetto. L’idea, la voglia è tanta, molte persone stanno spingendo in questa direzione, vedremo se riusciremo nel giro di qualche settimana ad arrivare al sodo. Comunque, la cosa più importante è avere chiaro che cosa si vuole fare. Posso assicurare che non faremo una lista per andare a chiedere dei posti”.


Però è prevista un’assemblea costituente?


“A giorni dovrebbe esserci una riunione che potrebbe essere decisiva per dire se andremo avanti o meno”.


L’incontro si farà nella “sua” Valliera?


“Spero di sì, non perché sono a casa mia, ma perché a Valliera si è svolto il primo consiglio comunale nelle frazioni e mi piace essere ricordato per questo. La sala non è in buone condizioni, ma anche questo è un messaggio che si vuole dare in quanto serve maggior attenzione alle frazioni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl