you reporter

4 Novembre, studenti protagonisti <br/>per rendere omaggio ai caduti

La commemorazione

49626

05/11/2015 - 13:30

di Luigi Ingegneri

ADRIA - Emozionato, sorpreso ed incredulo Tommaso Guida, alunno di quinta della primaria “Anna Frank” quando il sindaco Massimo Barbujani lo prende per mano per attraversare piazzetta San Nicola per rendere omaggio ai Caduti.

La sua fortuna (o disgrazia come avrà pensato in quel momento) è stata quella di trovarsi alla sinistra del sindaco durante la commemorazione: alla destra c'era Arduino Nali sopravvissuto ai campi di concentramento nazisti. Quindi il luogotenente Giovanni Ballarin vicecomandante della Compagnia dei Carabinieri di Adria, infatti gli uomini della “Beneamata” hanno organizzato la cerimonia con il picchetto d'onore, hanno portato deposto la corona d'alloro davanti al monumento e hanno eseguito l'alzabandiera.

L'inno nazionale, invece, è stato affidato al dipendente comunale Armando Trombin ma l'apparecchio elettronico non ne voleva sapere di mandare le note di Mameli così per due volte si è proceduto con “l'attenti”, e dopo alcuni lunghissimi minuti di profondo imbarazzo il “Fratelli d'Italia” è risuonato nella piazza. E' stato l'unico neo di una giornata senza retorica, improntata sul coinvolgimento degli studenti, infatti hanno partecipato diverse scolaresche delle scuole superiori adriesi.

Terminato il rito religioso, il corteo ha percorso corso Vittorio Emanuele II per raggiungere il teatro Ferrini. La cerimonia è stata aperta da un'esibizione musicale dell'Adria sax quarter formato da Camilla Bottin, Matteo Cavaliere, Luca Finotti e Serena Tarozzo studenti del conservatorio. A seguire l'intervento dello storico Leonardo Raito che ha tracciato un quadro dell'Europa prima della guerra e dell'Italia che si stava strutturando come potenza industriale, spiegando le pulsioni politiche e sociali che la caratterizzavano.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl