you reporter

Cigni, scatta l'operazione salvataggio

Adria

cigni[1].JPG

04/08/2016 - 09:31

ADRIA - Scatta l’operazione: salvataggio cigni del Canalbianco. Il progetto è allo studio a Palazzo Tassoni: una mini task torce sta valutando alcuni provvedimenti da sottoporre all'attenzione del sindaco per proteggere i delicati acquatici.


A far perdere la pazienza a Massimo Barbujani è quanto sta succedendo da alcuni giorni con una moria quotidiana di animali, non solo cigni, ma anche anatre. Tre i principali indiziati per tale moria: l’eccesso di alimenti con zuccheri e farinacei (come il pane e le brioche lanciate dalla gente a questi animali); la presenza nell’acqua di tossine di botulino provocate dalla moria di pesce; o dei bocconi avvelenati.




A questo punto potrebbero arrivare provvedimenti severi: dall'abolizione della pesca nel tratto cittadino del Canalbianco, a pene più dure per chi getta alimenti non regolari agli acquatici, sospensione dell'utilizzo da parte dei canoisti che aprono le reti e poi le richiudono o non lo fanno correttamente.


Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 4 agosto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl