Cerca

Traffico di rifiuti, confermati i domiciliari

Coimpo, respinta la richiesta della difesa di Gianni Pagnin

45455

La sede della Coimpo a Ca' Emo di Adria

Il giudice del riesame di Firenze ha respinto la richiesta della difesa: confermata la misura degli arresti domiciliari per Gianni Pagnin, presidente del cda della Coimpo. L'accusa è di traffico illecito di rifiuti.
Il giudice del riesame di Firenze ha respinto la richiesta della difesa: è stata confermata la misura degli arresti domiciliari per Gianni Pagnin, presidente del cda della Coimpo a Ca' Emo.



L'accusa, da parte della direzione distrettuale antimafia di Firenze, è quella di traffico illecito di rifiuti. Si tratta della maxi indagine sullo sversamento di rifiuti tossici nelle campagne toscane.



Con molta probabilità, dopo la lettura delle motivazioni, la difesa farà ricorso in cassazione.



L'articolo sulla Voce di martedì 4 ottobre.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy