you reporter

Casa di riposo, richiesto il commissariamento

Adria

75650

30/03/2017 - 21:10

A distanza di 51 anni dall'ultima volta, le maestranze della Casa di riposo incrociano le braccia dopo tre mesi di scontro aperto con il nuovo direttore spalleggiato da presidente e cda. Venerdì pomeriggio dalle 13.30 alle 15 assemblea dei dipendenti per fare il punto della situazione.


Sempre venerdì alle 9.30 ritrovo in riviera Sant’Andrea davanti alla sede del Centro servizi anziani; alle 10 inizio corteo che si snoda lungo riviera Sant'Andrea, attraversa ponte Sant'Andrea, le riviere Matteotti e Roma fino al grattacielo, si passa ponte San Pietro, si entra in corso Mazzini, quindi piazza Bocchi e piazzetta Groto dove sarà allestito un presidio.


Nel frattempo una delegazione di dipendenti, guidati dai rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, insieme a una rappresentanza di familiari degli ospiti, salirà a Palazzo Tassoni per incontrare il sindaco Massimo Barbujani, il presidente del Consiglio comunale Davide Fusaro, la giunta e i consiglieri comunali.


Intanto proprio venerdì partirà la lettera di richiesta alla Regione di commissariamento dell'ente: Luca Azzano Cantarutti conferma che entro questa mattina completerà la raccolta delle firme, poi spedirà il tutto a Venezia.


A rendere ancor più incandescente il clima della vigilia, arriva una nota del Movimento 5 stelle che chiama direttamente in causa il direttore Mauro Badiale, per presunte irregolarità durante il sorteggio pubblico delle cinque aziende, che hanno manifestato interesse alla procedura negoziata per l’affidamento degli interventi di risparmio energetico volto alla fornitura e posa in opera di infissi.


Sulla "Voce" di venerdì 1 aprile il servizio completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl