you reporter

I tronchi dei tigli "riciclati" ai tavoli dei bar

Adria

tigli.jpg

24/05/2017 - 20:50

ADRIA - C'è chi fa polemiche; c'è chi scatta fotografie; c'è chi si limita ad osservare; c'è anche chi, in silenzio, si dà da fare e sa cogliere il lato positivo in ogni situazione.
Così per evitare che alcuni tronchi dei tigli di piazza Cavour, tagliati nei giorni scorsi, andassero al macero o diventassero tronchetti per le stufe, la giovane titolare del bar Cavour non si è fatta sfuggire l'occasione ed ha pensato bene di valorizzare quel che resta delle piante tanto care al cuore degli adriesi. La ragazza ha “riciclato” parte dei tronchi: alcuni utilizzati come portafiori, altri come rustiche panche per prendere l'aperitivo all'aperto.




Il tutto regalando uno scorcio di originalità e di atmosfera campestre a ridosso del teatro Comunale. E più di qualcuno li ammira come fossero cimeli. Il taglio degli tigli continua a suscitare polemiche sui social, in particolare si disquisisce sulle piante malate e sane. Anche se, si tende a dimenticare o sottovalutare che sono state rimosse perché oltre messo secolo fa sono state piantate troppo vicine all'argine, meno di un metro, quando un Regio decreto del 1904 stabiliva che devono stare ad almeno quattro metri.




Il servizio completo sulla Voce in edicola il 25 maggio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl