you reporter

Baricetta, per il passaggio a livello si aspetta fino al 2019

Adria

83259

17/06/2017 - 08:46

Le lunghe attese ai passaggi ai livello possono attendere, almeno altri due anni: non è un gioca di parole, né tantomeno la ricerca di una battuta a effetto.


E’ il risultato dell’incontro svoltosi giovedì a Mestre e che ha visto di fronte il sindaco Massimo Barbujani e i vertici regionali di Rfi, Rete ferroviaria italiana proprietario e gestore delle linea. Il primo cittadino ha poi riferito in coda al consiglio comunale dell’altra sera, quando le lancette dell’orologio avevano ormai svoltato oltre le 2.30.


Il problema ha due radici di fondo: primo, l’impianto elettromeccanico che provvede a chiudere e riaprire i passaggi a livello è abbondantemente obsoleto, bloccando contemporaneamente tutti le sbarre lungo la tratta Adria-Lama. Seconda criticità: esiste una concentrazione anomala di passaggi a livello, ben sei in un tratto di 12 chilometri.


Infatti un treno che parte da Lama, trova un passaggio a livello in via Rossini a Pezzoli, quindi in via Ramostorto in località Mezzana, via Einaudi a Baricetta, poi si ferma in stazione; due passaggi a livello a Valliera il primo in via Scolo Branco, l’altro in via Sturzo, per arrivare in centro città con il passaggio a livello in via Peschiera a ridosso della stazione, qui poi la situazione si complica per la concomitanza del semaforo sulla strada regionale 443 Adria-Rovigo.


Sulla "Voce" di sabato 17 giugno l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl