you reporter

Rimane il gelo tra Pro loco e sindaco

Adria

85911

11/07/2017 - 20:24

E’ sempre più gelo tra l’amministrazione comunale e la Pro loco, nonostante le temperature africane di questi giorni.


L’altra sera l’associazione guidata da Letizia Guerra ha organizzato un incontro pubblico con l’intento di raccogliere idee e proposte per rilanciare il Settembre Adriese. Quasi un controaltare dell’Help Adria, portato avanti per mesi dal sindaco.
E da questo punto di vista l’incontro si è rilevato un boomerang. Tuttavia ben presto si è capito che si trattava di una sfida aperta a palazzo Tassoni, in quanto l’obiettivo è diventato quello di dare più voce e forza all’associazione di piazza Bocchi.


Emblematiche le parole della vicepresidente Rosetta Gallo: “Vogliamo lanciare un vero e proprio grido d’allarme per la Pro loco e vogliamo andare a casa con aiuti tangibili”. Poco dopo è arrivato l’affondo di Romana Veronese, una commerciante del corso. “Adria ha bisogno di qualcos’altro, non viene nessuno, le iniziative in atto sono belle ma inutili”.


Ed ha aggiunto: “Dobbiamo guardare quello che fanno altri paesi, sono d’accordo con Omar (Barbierato, leader Ibc, ndr) che andremo a verificare altre realtà come Este e Piove di Sacco, per capire come si stanno muovendo”. La discussione stava entrando in un binario morto, quando all’improvviso, alle 22.49, con un vero e proprio colpo di teatro, è arrivato Bobo accompagnato da Giorgia Furlanetto, assessore alla promozione al territorio.


A questo punto, il sindaco ha tirato fuori dal portafogli quello che ha definito “la lista della spesa” annunciando i principali eventi tra settembre e ottobre: dal Forum giovani del Mab Unesco alla Notte bianca delle biblioteche, dal concerto lirico alla festa del pesce delle Vecchie glorie per arrivare alla gara di mountain bike e al raduno di auto storiche.


Sarcastica la replica della Gallo: “Dovevamo programmare il Settembre, scopriamo che è già tutto pronto”.


E Bobo di rimando: “Il sito web della Pro loco neanche si preoccupa di annunciare gli eventi dei ‘Venerdì di Adria d’estate’, quasi non interessasse”. Maldestra la difesa della Guerra nel dire che “non abbiamo ricevuto niente”.


Ma Adriashopping conferma che il materiale, in abbondanza, è stato consegnato in sede. Tuttavia va rilevato che, per tutta la serata, fino all’arrivo di Barbujani, non si è neppure fatto cenno ad “Adria d’estate”.


Sulla "Voce" di mercoledì 12 luglio l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl