Cerca

Adria

Ospedale, la guerra dei numeri

A breve arriverà in visita anche il governatore regionale Luca Zaia

Ospedale, la guerra dei numeri

C’è attesa per l’arrivo del presidente della Regione Luca Zaia che sarà in città mercoledì pomeriggio alle 13.30 per incontrare la cittadinanza in galleria Braghin.

Il governatore viene a sostenere Emanuela Beltrame nella corsa a sindaco, sostenuta da Lega e Forza Italia. Tema caldissimo quello della sanità, soprattutto il futuro dell’ospedale.

“Al di là di tutto ci sono i dati a parlare chiaro - sostiene Beltrame - quelli non mentono a differenza di qualcuno. Area medica e psichiatria: siamo passati da 61 a 78; area chirurgica: erano e restano 56; area materno-infantile, erano e restano 24, così come l’area servizi di diagnosi e cura: da 0 a 0. Notiamo solo una leggera flessione nell’area terapia intensiva, dove passiamo da 6 a 5, nell’area riabilitativa e lungodegenza, da 22 a 17. Totale? Da 169 siamo saliti a 180”.


Per niente rassicurato appare il comitato cittadino guidato da Enrico Naccari. “Siamo giunti in possesso della bozza del Piano socio sanitario regionale ora all'esame della V Commissione regionale - spiega Naccari - per prima cosa, notiamo la diminuzione dei posti letto nelle strutture intermedie, che passano da 1,2 ogni mille abitanti a 0,6 ogni mille abitanti. Una riduzione della metà della disponibilità di posti letto, in strutture rese monche ancor prima di nascere”.

E sul Cup si domanda ironicamente: “Quale risparmio si ottiene esternalizzando?”

Sulla "Voce" di martedì 5 giugno l'articolo completo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy