you reporter

Elezioni

Preferenze, venti candidati non si sono votati

Sono venti i candidati delle varie liste ad Adria a quota zero preferenze. Nove voti per l'assessore regionale Berlato.

Preferenze, venti candidati non si sono votati

Bisogna dire che ad Adria i "vecchi" della politica hanno fatto per bene il loro lavoro: da Massimo Bobo Barbujani, che ha ottenuto il miglior risultato a livello di preferenze personali, ben 269, al suo ex vicesindaco, Federico Simoni, che ne ha portate a casa 203, fino a Sandro Gino Spinello, quota Pd, con 165 preferenze personali.

Tra di loro si è inserito un outsider della lista Impegno per il bene comune, una delle tre che hanno portato Omar Barbierato a fare il pieno di voti, 3.194. Si tratta di Enrico Bonato, che di preferenze ne ha raccolte 185 all'interno di Ibc, risultata la lista più votata ad Adria con il 15,28% del consenso degli elettori, 1.312 voti.

E gli altri? Scorrendo la classifica delle preferenze si incontra Simone Ceccarello di Fratelli d'Italia con 161 preferenze (è il figlio di Daniele Ceccarello, plenipotenziario adriese di Fdi), quindi Roberta Paesante a quota 131 per la lista Cavallari Sindaco 2.0. Sandra Passadore è la settima più votata con 128 preferenze mentre Marco Santarato della Lista civica frazioni, della coalizione di Cavallari, con 119 voti è al nono posto. Il segretario del Pd, Federico Cuberli, ha raccolto 105 preferenze, mentre Giorgio D'Angelo è il primo tra i più votati della Lega Nord (secondo partito ad Adria con il 14,23% e 1.222 voti) con 82 preferenze.

E gli ex assessori che abbandonarono Bobo Barbujani? Abbiamo già detto di Simoni (che rischia di rimanere comunque fuori dal consiglio pur avendo il secondo miglior risultato in termini di preferenze) per trovarne un altro si deve arrivare al 31esimo posto, Patrizia Osti,  58 preferenze con Forza Italia, Federico Lucchin con 36 preferenze al 60esimo posto nella Lista civica Frazioni.

Infine due curiosità: 9 preferenze per Sergio Berlato, assessore regionale di Fratelli d'Italia che aveva completato la lista della candidata sindaco Giorgia Furlanetto, e ben venti candidati consiglieri che non hanno nemmeno avuto il coraggio di votarsi (e ovviamente nessuno che li conoscesse) riportando uno zero sulla casella preferenze.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl