you reporter

Adria

La bellezza unisce antico e presente

Studenti protagonisti: Bardelle nel sottofondo musicale, quelli del classico nell’allestimento

Il fascino dell’archeologia incontra la bellezza dello stile moderno ed è nata “Ornamenta: trasparenze tra storia e design”, mostra internazionale inaugurata sabato pomeriggio al museo archeologico nazionale di Adria.

Il taglio del nastro, sostenuto dalle studentesse Alessia e Francesca, è avvenuto alla presenza del sindaco Omar Barbierato, della direttrice del museo Alberta Facchi e Lisa Balasso coordinatrice artistica dell’evento. La presentazione si è svolta nella sala Giovanni Battista Scarpari completamente gremita, impreziosita da un suggestivo sottofondo musicale curato da Luca Bardelle, studente del Buzzolla.

Protagonisti anche gli studenti di seconda del liceo classico e un’allieva del linguistico che hanno partecipato all’allestimento dell’evento.

Questo il filo conduttore della mostra: trasparente come l’acqua di sorgente, come le opere lievi dei maestri vetrai romani, come un monile dai mille trafori che guidano lo sguardo altrove, verso mondi dell’immaginario in cui ognuno, a modo suo, si perde. La mostra è aperta tutti i giorni fino al 14 ottobre.

Sulla "Voce" di domenica 12 maggio l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl