you reporter

VIABILITA’

Ex Sp 80, lavori entro fine mese

Replica di Albertin: “La strada è chiusa ormai da un mese e mezzo: bastava dirlo allora”

Ex Sp 80, lavori entro fine mese

Le condizioni della strada

I lavori per la sistemazione della strada ex Sp 80, chiusa nel tratto tra Bottrighe-Mazzorno Sinistro-Cavanella Po, dovrebbero iniziare per fine mese. L’annuncio arriva dal consigliere comunale Michele Casellato. Un annuncio tanto atteso nei tre paesi, anche se il delegato del sindaco non appare tanto sicuro, sia pure a distanza di quasi un mezzo dall’improvvisa chiusura.

Tuttavia fa sapere che “come amministrazione comunale ci siamo attivati per tempo per risolvere il problema di questa strada: già ad aprile – spiega - è stata sottoscritta una convenzione con F&M srl per l'attuazione delle opere di compensazione ambientale previsto nel piano di lottizzazione ‘Adria International Raceway’ approvato con la deliberazione del consiglio comunale 5 dell’11 febbraio 2003, e abbiamo destinato i proventi esclusivamente all'asfaltatura della strada stessa”.

E aggiunge: “Stiamo facendo pressione perché i lavori partano il prima possibile: prevediamo che i lavori inizino già entro la fine del mese”.

A questo punto l’esponente civico tradisce un certo nervosismo per essere stato sollecitato a intervenire da Claudio Albertin, portavoce dei disagi dei residenti e dei danni che stanno subendo gli operatori commerciali a causa della chiusura della strada. “Ho preso atto, non senza stupore - dichiara sempre Casellato - dell'intervista, rilasciata da un ex consigliere comunale, in cui vengo citato, per quanto mi riguarda, impropriamente. Viene messa in discussione la mia presenza, pressoché fissa, nelle delegazioni. Da diverso tempo dedico alle frazioni due mattine la settimana: il mercoledì dalle 10.30 alle 12, in cui ricevo alternativamente a Mazzorno Sx e Cavanella Po, mentre il giovedì dalle 8.30 alle 10.30 a Bottrighe. Purtroppo non ho avuto mai occasione di parlare con lui, in nessuna delle delegazioni che cita. Lo attendo dalle prossime settimane”.

Poi Casellato non sa trattenere l’irritazione: “Verrebbe da chiedersi dove era l’ex consigliere Albertin, quando la sua amministrazione prendeva in carico l’ex provinciale in cambio del velox a Ca’ Scirocco, oramai priva delle caratteristiche di viabilità e quindi non più idonea a sostenere i flussi veicolari in quanto oramai disastrata e ridotta un colabrodo; oppure dov’era quando il comando della polizia locale veniva svuotato, minando di fatto la sicurezza e i controlli nel comune, visto che oggi egli lamenta tale disservizio”.

Immediata la replica di Claudio Albertin. “Alla mia età e per la mia esperienza non mi metto a polemizzare con il giovane consigliere, sono contento che abbia annunciato che per fine mese dovrebbero iniziare i lavori, bastava l’avesse detto un mese e mezzo fa”. Poi si toglie un sassolino: “Stia tranquillo il giovane Michele, non sono in cerca di visibilità perché non ne ho bisogno e non sono intenzionato a rientrare nell’agone politico come sembra temere. Mi sono fatto portavoce delle esigenze di residenti e commercianti per puro senso civico, che dovrebbe essere la vostra bussola quotidiana, senza secondi fini ma a servizio della comunità. Ricordo al consigliere che fare il delegato di frazione non è un atto burocratico come timbrare il cartellino, ma è stare tra la gente, ascoltarla, a volte sentirsi tirare la giacca, prendersi rimproveri: solo così si conquista una fiducia che non ha prezzo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl