you reporter

Edilizia popolare

Spinello: “Non lasciamo soli gli inquilini”

Sulla questione degli affitti aumentati dall'Ater, il monito di Spinello. E Azzalin: “Si stanno criminalizzando le fasce più deboli della popolazione”

Spinello: “Non lasciamo soli gli inquilini”

“Non lasciamoli soli” è il monito lanciato da Sandro Gino Spinello alle istituzioni e alle forze politiche locali e provinciali per stare al fianco degli inquilini delle case Ater travolti da ingiusti e ingiustificati aumenti del canone d’affitto. E il circolo adriese dem scende in campo per sostenere la raccolta firme a sostegno della petizione popolare promossa dal Pd polesano per chiedere la sospensione della nuova legge e fermare aumenti e sfratti già avviati.

“Basta con queste iniquità; difendiamo i diritti delle persone oneste, difendiamo i più fragili e bisognosi di un alloggio; Zaia sospenda immediatamente gli effetti di questa legge ingiusta”. Per sottoscrivere la petizione basta contattare l’ex sindaco Spinello o rivolgersi nella sede Pd in vicolo Che Guevara. La petizione sarà portata nel consiglio regionale del 17 settembre quando si parlerà delle modifiche da apportare alla legge. L’iniziativa è stata presentata nella conferenza stampa pubblica dell’altra sera al bar Cavour alla quale hanno partecipato numerosi inquilini sul sentiero di guerra per quella che definiscono “una macroscopica ingiustizia prima sociale prima che economica” perché, come ha sottolineato più volte Graziano Azzalin, “si è voluto montare una campagna mediatica per criminalizzare degli inquilini Ater facendoli passare per privilegiati, quando invece gli strumenti per combattere i furbetti c’erano già, la regione deve spiegare perché non l’ha fatto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl