you reporter

PRO LOCO ADRIA

Una premiazione ricordando il grande don Francesco

Sabato la cerimonia del concorso per il presepe più bello, organizzato dalla Pro loco

Una premiazione ricordando il grande don Francesco

La cerimonia dell'edizione 2019, con don Francesco Dal Passo, poi scomparso

Sabato 18 gennaio 2020 avrà luogo la cerimonia di premiazione della 20esima edizione del “Concorso Presepi nelle Chiese” iniziativa promossa  dalla Pro Loco di Adria. L’appuntamento, al quale è invitata la cittadinanza, è previsto alle 17 alla Basilica Santa Maria Assunta. Il Presepe della Chiesa della Tomba è, risultato, infatti il vincitore del Concorso a pari merito con il Presepe della Chiesetta di Ca' Garzoni che appartiene sempre alla Parrocchia retta dai Frati Francescani dell’Immacolata.

La giuria, composta da Sandra Bedetti, Alessandro Cannatà, Alessandro Ceccotto e Lucia Tiozzo  ha valutato con un punteggio, secondo parametri prestabiliti ciascuna realizzazione. I premi verranno svelati durante l’incontro di sabato. Sono previsti anche tre speciali riconoscimenti. Quello dedicato a Daniele Cattozzo artista e pittore, che si era distinto nell’arte presepiale e nel restauro di antiche statue già istituito nel 2011. Un altro intitolato a Mara Crepaldi che, in veste di presidente della Consulta della Cultura aveva promosso nell’anno 2000 l’istituzione del Concorso “Presepi in Chiesa”, insieme all’assessore all’Associazionismo di quegli anni, Aldo Guido Varolo.  Dallo scorso anno si è aggiunto anche un premio a ricordo di Luigi Stefani, ex presidente della Pro Loco che ha contribuito alla valorizzazione delle tradizioni tra cui la realizzazione del Presepe.

In occasione del ventennale dell’iniziativa, la Pro Loco ha, inoltre, deciso di dedicare il concorso a Monsignor Francesco Dal Passo. Scomparso il 3 febbraio 2019, solo tre settimane dopo aver presenziato alla cerimonia di premiazione del Concorso Presepi in Chiesa.

"Don Francesco - spiega la nota stampa della Pro loco - è stato un sacerdote che ha operato  con bontà e semplicità di cuore. Rettore della chiesa di Sant’Andrea, annessa al Centro Anziani di Adria, aveva una particolare predilezione per l’arte. Egli si era prodigato, infatti, per abbellire l’edificio sacro, facendo realizzare la porta bronzea, la cosiddetta porta di Sant’Andrea, opera dello scultore don Luciano Carnessali. Una delle sue più grandi passioni era anche l’arte presepiale. Parte attiva nella progettazione del Presepe artistico realizzato ogni anno nella Chiesa di Sant’Andrea, don Francesco amava, infatti, dare un senso spirituale all’opera. I presepi artistici realizzati dai coniugi Giuliana Beltramini e Luca Mancin erano per lui motivo di orgoglio e gioia, sentimenti che don Francesco ha manifestato un anno fa nell’accogliere la notizia che il Presepe della sua amata Chiesa di Sant’Andrea era risultato il primo classificato tra tutti quelli delle Chiese del Comune di Adria".

 

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl