you reporter

ADRIA

Lotta alla mafia tra i banchi di scuola

Sabato 22 febbraio, a partire dalle 9, nella Sala Consiglio presso la sede del Municipio di Adria, 80 studenti saranno coinvolti per l’incontro formativo-spettacolo Rosa Balistreri

20/02/2020 - 08:58

Minimiteatri torna nelle scuole e questa volta sarà ad Adria. Sabato 22 febbraio, a partire dalle 9, nella Sala Consiglio presso la sede del Municipio di Adria, 80 studenti saranno coinvolti per l’incontro formativo-spettacolo Rosa Balistreri, una donna per giustizia e legalità, evento nato in collaborazione con Libera-Rovigo e Associazione Cosa Vostra, con il contributo fondamentale di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Saranno coinvolte le due classi terze del plesso Manzoni e le due classi terze del plesso Buzzolla.

Durante l’incontro interverranno Letizia Piva, direttore artistico di Minimiteatri e ideatrice del progetto, Remo Agnoletto per Libera-Rovigo e Presidente del Centro Documentazione Polesano Onlus, Elisa Tessaro esperta in psicologia della mafia, mentalità mafiosa e prevenzione, Paolo Rossi, Manola Borgato e Silvia Dicuonzo, attori di Minimiteatri. Dopo gli incontri di inizio febbraio svoltisi con i ragazzi del Liceo Celio-Roccati di Rovigo, è il turno dei giovani studenti di Adria di partecipare alla conferenza-spettacolo che vuole, attraverso la figura della cantastorie siciliana Rosa Balistreri, lasciare un semplice messaggio: cercare sempre la verità.

Attraverso immagini, racconti di Storie vere di ordinaria mafiosità, canzoni, video, interventi da parte dei relatori, testi recitati dal vivo, i ragazzi verranno messi a conoscenza di quanto vi sia sotto il concetto di mafia, anche in Polesine e in Veneto, e di quanto sia necessario portare avanti le proprie battaglie contro la corruzione e contro la violenza di genere.

"Ciò che verrà presentato – commenta Omar Barbierato, Sindaco di Adria – ha come finalità un messaggio importante per i nostri ragazzi, ovvero quello di utilizzare il teatro come mezzo di comunicazione e condivisione rispetto a temi fondamentali come quelli di giustizia, legalità, violenza di genere, presenza delle mafie in Veneto e in Polesine. La figura eccezionale di Rosa Balistreri potrà toccare corde profonde per smuovere gli animi dei ragazzi. Siamo tutti molto entusiasti di questo progetto".

"Sin dai primi contatti con Minimiteatri – racconta Oriana Trombin, consigliere comunale delegato alle pari opportunità, alla scuola e agli eventi culturali – abbiamo deciso di accettare questa occasione perché è importante sensibilizzare i ragazzi. Io ringrazio in primis i docenti che hanno accettato di buon grado la partecipazione a questo progetto e ringrazio anche gli studenti che parteciperanno all’evento. Aspetto questo momento con trepidazione".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl