you reporter

POLITICA

"Tutti insieme per difendere la sanità"

L'invito del Pd di Adria a tutte le forze politiche

"Tutti insieme per difendere la sanità"

01/11/2020 - 21:54

“Torniamo a parlare di sanità”: con queste parole il segretario del circolo dem Pierpaolo Ballo ha aperto la discussione nella riunione “aperta” svoltasi in sede. Prima di iniziare è stato rivolto un commosso ricordo a Claudio Sinigaglia, recentemente scomparso, che tanto si era battuto per il sociale e la sanità sia come rappresentante di associazioni della società civile sia nelle diverse cariche istituzionali ricoperte e nel partito.

“Purtroppo – ha proseguito Ballo - su questo tema così delicato da mesi non si muove foglia, non si sente neanche una ‘parola’ da parte dell’amministrazione comunale nonostante avessimo chiesto di portare in discussione nel civico consesso la situazione del nostro ospedale ed i servizi socio-sanitari, neppure da altre forze politiche, come che se le cose fossero tutte risolte, perfettamente funzionanti, come se tutto andasse bene. Invece è una realtà smentita dai fatti: dalla chiusura parziale da tempo dei servizi nei centri socio sanitari e nel territorio, da un ospedale dove gli investimenti latitano sostituiti da continue riorganizzazioni che ne stanno impoverendo l'offerta”.

Nella riunione in casa Pd è emersa allora la volontà di aprire “una fase di dialogo e di collaborazione non solo con il primo cittadino, ma con tutte le altre forze politiche che vogliano abbracciare l’idea di affrontare il grave problema in una situazione in cui molti pensano sia già troppo tardi. Da parte nostra – sottolinea Ballo – c’è la volontà di andare oltre l’appartenenza politica, la sigla, per promuovere una battaglia comune per la salvaguardia dei servizi che interessano l’intera cittadinanza dalla quale nessuno possa sentirsi escluso perché la riduzione dei servizi socio sanitari e la caduta delle prestazioni non è una perdita per cittadini di destra o sinistra, ma è una perdita per tutta la città e per il territorio Bassopolesano. Così assistiamo a una rivoluzione negativa perpetrata che, coperta e approfittando della emergenza Covid, regala la sanità ai privati”.

E ancora: “In questa fase iniziale è fondamentale chiedere e aprire alla collaborazione più larga possibile, per rendere più forti le eventuali richieste che verranno poste all’attenzione del direttore generale dell’Asl 5 e alla Regione”. Su questo il gruppo di lavoro sulla sanità del circolo dem sta lavorando alla stesura di un documento condiviso con i propri rappresentanti regionali che contenga proposte chiare e attuabili da proporre all’attenzione di tutto il consiglio comunale esteso all’assemblea dei sindaci senza perdere tempo perché “l'atto aziendale è vicino alla stesura finale e le voci di perdita ulteriore di dipartimenti e di reparti in crisi per mancanza di personale, sarebbe un’ulteriore beffa di fronte alle promesse più volte fatte dai vertici dell’azienda sanitaria, a fronte anche di un’emergenza sanitaria provocata dal Covid che quasi sicuramente non si esaurirà a breve”.

Il messaggio di Ballo si conclude con un auspico: “Spero che l'invito a collaborare venga accolto, in modo che per il bene di Adria e dei suoi cittadini si apra una fase nuova di collaborazione e dialogo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl